20/11/2019 ore 15:52
Terni: picchia la giovane moglie perchè si rifiuta di prostituirsi con i vicini di casa, allontanato il marito
Allontanato da casa, perchè ritenuto responsabile di violenze commesse nei confronti della moglie. Violenze che sembra durassero da ben sette anni. I carabinieri di Terni hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare di allontanamento dalla casa familiare a carico di un autotrasportatore rumeno di 33 anni domiciliato a Terni. Le indagini avrebbero permesso di appurare che l'uomo dal 2007 sottoponeva la moglie 31enne a soprusi e sevizie anche davanti al figlio di 8 anni. L'accusa parla di calci, pugni e minacce di morte. "In un’occasione - si legge in una nota diffusa dai carabinieri - l'uomo avrebbe tentato di soffocare la giovane moglie con un cuscino, pretendendo, senza riuscirci, che la donna si prostituisse con i vicini di casa per racimolare denaro". "’uomo, inoltre, avrebbe spesso privato la famiglia di qualsiasi sostentamento economico, inducendo la moglie a chiedere continuamente soldi alla madre per il cibo e gli indumenti. Gli investigatori hanno raccolto una fitta serie di testimonianze a carico dell’uomo; è stato ascoltato anche il figlio che attraverso l'aiuto di una psicologa, avrebbe descritto "perfettamente i violenti comportamenti del padre ai quali aveva assistito suo malgrado". Il giudice ha disposto l’allontanamento immediato dell’uomo al fine di evitare che questi comportamenti potessero provocare ancor più gravi conseguenze.
5/3/2014 ore 13:55
Torna su