12/11/2019 ore 01:46
Carburanti agricoli agevolati: procedure semplificate e più veloci per l’assegnazione
Procedure semplificate, più veloci e a costo zero per le dodicimila aziende umbre che, in media, usufruiscono ogni anno delle agevolazioni fiscali per la fruizione dei carburanti agricoli ad accisa ridotta. Le novità sono state illustrate dall’assessore regionale all’Agricoltura, Fernanda Cecchini. “In sintonia con la legge regionale sulla semplificazione e con il progetto dell’Agenda digitale dell’Umbria – ha detto – abbiamo apportato, nel rispetto delle normative nazionali in materia, alcune modifiche nelle procedure di richiesta dell’assegnazione dei carburanti agricoli regionali, che dal 1 gennaio di quest’anno avviene esclusivamente attraverso il Siar, il Sistema informativo agricolo regionale e non più attraverso la presentazione della domanda cartacea negli uffici delle ex Comunità montane”. “In questi primi due mesi sono state già quasi tremila le domande ricevute – ha specificato – e per quasi l’85 per cento di queste si è già conclusa l’istruttoria curata dalle ex Comunità montane”. “Anche in questo modo – ha rilevato - abbiamo così voluto dare risposta alle esigenze espresse dalle imprese agricole, alla luce degli importanti cambiamenti che dal 2003, quando è stata approvata la delibera regionale che ridefinisce le tabelle dei consumi dei prodotti petroliferi da ammettere alle agevolazioni fiscali per le operazioni in agricoltura, si sono verificati nel settore e hanno indotto le aziende a riorganizzare gli indirizzi produttivi”. “Fra il 2013 e il 2014 – ha sottolineato - il Governo ha apportato un taglio del 15 per cento alle risorse nazionali destinate alle agevolazioni per i carburanti agricoli, che in Umbria garantiscono uno ‘sconto’ complessivo di circa 30 milioni di euro all’anno. Per continuare ad assicurare le stesse agevolazioni alle aziende agricole che operano in conto proprio e in conto terzi, alle imprese agromeccaniche, le cooperative e i consorzi di bonifica e irrigazione, abbiamo introdotto alcuni correttivi a loro favore. In particolare – ha spiegato -, abbiamo stabilito che basterà presentare ‘una tantum’, nel caso già non sia stato presentato per altre agevolazioni, il certificato di analisi dei terreni richiesto alle aziende per la concessione di ulteriori quantitativi di carburante agevolato e che potrà essere emesso da qualsiasi laboratorio di analisi riconosciuto a livello nazionale, al fine di evitare costi aggiuntivi a carico delle imprese. Un’agevolazione in ‘deroga’ richiesta da circa due-tremila aziende umbre all’anno”.
La nuova procedura informatizzata per gli adempimenti per la concessione dei carburanti agricoli agevolati è disponibile nel Sistema informativo agricolo regionale (Siar), “che conta già 1.300 utenti”, ha detto Sandro Marcugini illustrando i servizi messi a punto dall’Assessorato regionale all’Agricoltura. “L’iniziativa si aggiunge ad altre già intraprese dalla Regione nel corso degli ultimi due anni per la progressiva informatizzazione della gestione degli adempimenti in carico alle aziende in materia di agricoltura – ha aggiunto - per consentire una loro semplificazione, l’eliminazione di tutte le fasi cartacee e pervenire a una riduzione dei tempi e dei costi di gestione”. La procedura informatica per la compilazione della domanda di assegnazione dei carburanti (da fare entro giugno 2014) può essere gestita direttamente dall’azienda, oppure da un soggetto incaricato. La compilazione avviene in maniera interamente informatizzata, recuperando anche nel Siar le informazioni aziendali presenti nel fascicolo già costituito dall’azienda nel Sian, il Sistema informativo agricolo nazionale, per altri adempimenti. Sono stati infatti messi a punto appositi servizi di cooperazione tra i due sistemi, che consentono di evitare di dover assumere nuovamente informazioni già disponibili. La domanda, dopo rilascio nel Siar, è immediatamente disponibile per l’istruttoria curata dagli uffici delle ex Comunità Montane dislocati nell’intero territorio regionale, completa di tutta la documentazione acquisita in formato digitale. La chiusura e l’esito dell’istruttoria vengono poi comunicati all’azienda mediante posta elettronica. “L’obiettivo – ha detto Marcugini – è quello di istruire la domanda di assegnazione nel giro di un giorno o al massimo due”. Sono in corso di realizzazione ulteriori interventi a completamento del processo di informatizzazione. Dal 1 luglio 2014 è previsto, infatti, l’inserimento in rete dei “Venditori dei prodotti petroliferi” per l’acquisizione on-line dei dati relativi ai prelievi effettuati nell’anno 2014 dalle aziende, che da quel momento non saranno più tenute a produrre la rendicontazione degli acquisti effettuati. Altro obiettivo, ha spiegato ancora Marcugini, è la messa a punto con Guardia di Finanza ed Agenzia delle Dogane di una metodologia per l’utilizzo del “Sigpa”, Il Sistema integrato per la gestione delle procedure aziendali, con cui è integrata la procedura per i carburanti agevolati, per l’acquisizione dei dati sulle assegnazioni concesse, in sostituzione della documentazione cartacea attualmente trasmessa dalla Regione.
Già dal novembre 2013 è stato avviato un percorso di formazione per gli operatori del settore (quali centri di assistenza agricola, associazioni professionali, uffici ex Comunità montane) sull’utilizzo delle procedure informatiche di competenza, tuttora in corso (un incontro si è svolto anche oggi nella sede dell’assessorato, con i rappresentanti dei Centri delle organizzazioni agricole) Analoga formazione è prevista per le aziende che ne facciano richiesta. L’Assessorato all’Agricoltura si è posto l’obiettivo, attraverso una revisione dell’attuale struttura normativa regionale che disciplina la materia, di una ulteriore semplificazione del procedimento amministrativo, riducendo ancora di più gli adempimenti a carico delle aziende, pure nella salvaguardia di quanto necessario per una corretta e scrupolosa gestione dell’attività di istruttoria e di controllo delle richieste. A questo scopo, come ha ricordato l’assessore Fernanda Cecchini, la Giunta regionale ha provveduto alla istituzione di un apposito gruppo di lavoro. Il gruppo di lavoro sarà composto, oltre che da funzionari della Regione Umbria, da un rappresentante per ogni soggetto che fa parte del Tavolo Verde regionale, da un rappresentante della Federazione dei Dottori Agronomi e del Collegio dei Periti Agrari e da un rappresentante per ogni ex Comunità Montana attualmente incaricata dell’attività istruttoria. Questo gruppo potrà essere integrato da specifiche professionalità che risultino in possesso di particolari competenze in materia di gestione delle procedure di assegnazione dei carburanti, di analisi, studio e ricerca dei fabbisogni energetici per le diverse operazioni colturali/allevamento, e di organizzazione dei servizi di meccanizzazione agraria. Se nel 2014 si procederà con la semplificazione e la velocizzazione delle procedure, nel 2015 l’Assessorato all’Agricoltura vuol giungere al perfezionamento delle procedure di richiesta e concessione. Quanto già realizzato e in corso di progettazione, si sottolinea, sta dando risultati significativi grazie anche alla adesione e collaborazione dei soggetti coinvolti nel procedimento per la gestione degli adempimenti di propria competenza, fin dalla fase di progettazione.

5/3/2014 ore 6:38
Torna su