14/11/2019 ore 07:19
Terni: presentato il protocollo d’intesa Provincia-Gepafin, europrogettazione e sostegno a imprese e start-up
E’ stato presentato in sala del Consiglio provinciale il protocollo d’intesa fra Provincia e Gepafin per i fondi europei, il microcredito e l’europrogettazione per sostenere imprese e terzo settore ed aiutare i cittadini ad affrontare la crisi. A firmare il protocollo c’erano il presidente della Provincia Feliciano Poli, l’assessore alle Politiche comunitarie Marcello Bigerna e il presidente di Gepafin Salvatore Santucci. L’accordo, come è stato spiegato ai giornalisti, serve per sostenere le piccole imprese e le start up nell’europrogettazione per l’accesso ai fondi comunitari. “Ci sono 15 miliardi di euro messi a disposizione dalla Ue – ha spiegato l’assessore Bigerna – ed è un’opportunità importante soprattutto per i giovani e le imprese per costruire futuro e accedere a risorse importanti. Dobbiamo costruire un sistema Terni che in materia di europrogettazione e accesso ai fondi Ue sia efficace, omogeneo e concreto”. “Il protocollo d’intesa – ha affermato iI presidente Polli è un’operazione di grande valore e utilità ed è un elemento importantissimo per moltiplicare le possibilità di finanziamento dei progetti a livello comunitario”. Il ruolo di Gepafin è stato ben spiegato dal presidente Santucci che ha ricordato come “Gepafin abbia nella sua filosofia quella di concepire gli strumenti per lo sviluppo precedentemente avendoli quindi già a disposizione antecedentemente ai bandi e ai progetti. E’ il modo più adatto – ha sottolineato sempre Santucci – per sostenere i giovani, le imprese e le start up”. Polli e Bigerna hanno sottolineato il lavoro svolto in questi anni dall’Ufficio Europa della Provincia di Terni. “E’ stato molto importante perché ha permesso ai giovani di formarsi e di allacciare rapporti sempre più stretti con l’Europa, trovando anche possibil9ità occupazionali”. Le iniziative di collaborazione fra Provincia e Gepafin riguarderanno attività di collaborazione scientifica attraverso studi e ricerche, partecipazione congiunta a progetti specifici, attività di formazione con master, stage e tirocini. Saranno organizzati conferenze, dibattiti e seminari, oltre ad attività di ricerca e consulenza sia su temi specifici che su progettazione, presentazione, realizzazione e rendicontazione di progetti a valere su bandi europei, nazionali e regionali, microfinanza e microcredito.
17/2/2014 ore 13:32
Torna su