21/07/2019 ore 04:29
Terni: operazione "San Valentino" della polizia, arresti, denunce ed espulsioni nei confronti di numerosi stranieri
Stranieri. Sono ancora loro a finire impigliati nelle maglie della giustizia. Ed ancora una volta per reati legati a furti, ma non solo. In questi giorni la questura di Terni ha intensificato i controlli in città ed in periferia, dando il via all'operazione "San Valentino". Ed i frutti non sono tardati ad arrivare. In piazza Bruno Buozzi, una Volante ha incrociato un’auto con bordo due ragazze e un ragazzo, che alla vista della polizia ha imboccato contromano via della Bardesca. L’auto è stata inseguita e bloccata da due pattuglie. I tre di nazionalità rumena, si sono giustificati dicendo di non conoscere le strade cittadine, ma il loro atteggiamento ha indotto gli agenti ad un controllo più approfondito. Nel bagagliaio dell'auto sono stati trovati decine di capi d’abbigliamento per bambini, con i cartellini dei prezzi ancora attaccati, provenienti dal negozio "Ovs" che si trova nelle vicinanze. I tre rumeni sono stati portati in questura ed identificati: si tratta di un 22enne e di due ragazze di 19 e 25 anni, tutti e tre con numerosi precedenti per furti in esercizi commerciali. La 25enne era sottoposta alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. I controlli sono stati estesi all’abitazione che avevano preso in affitto alla prima periferia della città e lì gli agenti hanno trovato capi d’abbigliamento, cosmetici, video-giochi, articoli di rubinetteria, il tutto, secondo la questura, rubato nell’ultima settimana nei negozi Ovs, Superconti, Conad, Brico Center ed all’Outlet Soratte, utilizzando borse schermate, dopo aver tolto le placche antitaccheggio. Si ritiene che la refurtiva fosse destinata alla festa di San Valentino, per essere rivenduta abusivamente alla fiera cittadina. I tre sono stati arrestati e verranno giudicati per direttissima.
ALBANESI PRONTI AD AGIRE
La Volante ha intimato l’alt ad un’auto con due uomini a bordo nella zona residenziale di Maratta-Piedimonte. Il conduecente ha accellerato abbozzando una fuga ma l'auto è stata subito bloccata. A bordo c'erano due pluripregiudicati albanesi, un 40enne clandestino con varie condanne per stupefacenti e furto e un 35enne sorvegliato speciale, anche lui condannato per reati di droga e per furto, arrestato recentemente per aver violato gli obblighi previsti dalla sorveglianza speciale, che prevede tra l’altro il divieto di associarsi a persone con precedenti penali. Tutti e due erano già stati colpiti da un ordine del Questore di Terni a lasciare il territorio nazionale al quale non avevano ottemperato. Il 40enne è stato espulso e il 35enne è stato arrestato per la violazione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. L’arrestato, che era il conducente dell’auto, ha esibito agli agenti una patente di guida albanese risultata falsa, è stato quindi denunciato per uso di atto falso e per guida senza patente, mentre l’auto è stata sottoposta a fermo amministrativo.
RUMENE SOSPETTE IN GIRO PER I CONDOMINI
Due donne sono state notate dagli agenti della Volante mentre si aggiravano tra i palazzi del centro, cercando di entrare nei condomini con la scusa di chiedere l’elemosina. Sono state identificate: entrambe rumene di 40 e 41 anni, senza fissa dimora, sono state espulse dal territorio nazionale per la cessazione delle condizioni che determinano il soggiorno dei cittadini appartenenti all’Unione europea.
DOMINICANO DENUNCIATO PER PORTO ABUSIVO DI COLTELLO
Un gruppo di ragazzi stranieri è stato notato dalla Volante fermo davanti alla sede delle Poste in piazza dei Bambini e delle Bambine. Sono stati tutti identificati e un dominicano di 26 anni, residente regolarmente ad Amelia, è stato denunciato per possesso abusivo d’arma. In tasca teneva un coltello a serramanico, con una lama lunga 15 centimetri che è stato sequestrato.
CONTROLLI NELLE CASE ABITATE DA STRANIERI
L’attività di controllo è stata estesa anche ai numerosi appartamenti affittati da cittadini stranieri, mirati alla verifica di situazioni di sovraffollamento o di clandestinità. In uno di questi appartamenti, sono stati trovati due cittadini senegalesi irregolari, già colpiti da un precedente ordine del Questore di Terni dell’ottobre scorso. Sono stati denunciati per inottemperanza al provvedimento ed espulsi dal territorio nazionale.
12/2/2014 ore 13:05
Torna su