17/11/2019 ore 19:37
Terni: chef disoccupato sorpreso a spacciare eroina per le vie della città, tagliava le dosi con lo zucchero a velo
Chef di professione. Attualmente disoccupato, ma con il vizio di spacciare. E' finito di nuovo in carcere un 47enne ternano che , per questioni legate allo spaccio di dorga, era già stato arrestato a maggio del 2013. Ed era anche stato condannato ad un periodo di reclusione. Gli agenti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile lo hanno beccato nuovamente in viale Trieste mentre a bordo della sua auto, procedeva ad andatura lenta guardandosi intorno come se cercasse qualcuno. l'uomo è stato fermato e sottoposto a controlli. Il suo atteggiamento "infastidito" ha messo in sospetto i poliziotti che perquisendo l'auto hanno trovato nascosti in una piccola fessura del rivestimento del tettino, dietro al parasole, due involucri di mezzo grammo ciascuno di eroina. In tasca l’uomo teneva 325 euro in contanti, mentre a casa, nella sua camera, gli agenti hanno trovato altri due involucri con 10 grammi di eroina, un bilancino elettronico di precisione e 10 grammi di sostanza da taglio. Sarebbe stato lo stesso 47enne a riferire agli agenti che era solito tagliare la droga con lo zucchero a velo, evitando così di usare farmaci, per paura di causare delle overdosi. Un’accortezza che non gli ha tuttavia evitato l’arresto. Nel rito direttissimo di questa mattina il giudice monocratico Zanetti ha rinviato l’udienza al 7 marzo, disponendo per l’arrestato la misura cautelare dell’obbligo della firma.
7/2/2014 ore 11:45
Torna su