14/11/2019 ore 20:49
Terni: albanese di 30 anni, recidivo, sorpreso di nuovo a spacciare eroina nelle vie cittadine
Spacciava eroina in città. Ed era già noto alle forze dell'ordine, tanto che a giugno del 2012 era già stato arrestato. A finire di nuovo in carcere è stato un albanese di 30 anni, residente in città, con un permesso di soggiorno in fase di rinnovo. Gli agenti della sezione antidroga della squadra mobile di Terni, in servizio di pattuglia, hanno notato l'albanese dirigersi verso il quartiere di Borgo Bovio a boirdo di un'auto. L'uomo, come detto, era già stato arrestato un anno e mezzo fa perchè trovato in possesso di 15 grammi di stupefacenti ed identificato nell’ambito dell’operazione antidroga svoltasi a Collestatte lo scorso novembre. Gli agenti hanno seguito il 30enne che dopo poco ha fatto salire in auto un noto tossicodipendente reatino, che è ridisceso dall’auto dopo pochi metri, mentre l’albanese è entrato in un bar per giocare al videopoker. I due sono stati fermati e controllati. Il tossicodipendente è stato trovato con una dose di eroina di 1 grammo che ha ammesso di aver appena acquistato dall’albanese. A casa dello spacciatore, gli agenti hanno trovato un bilancino di precisione e altre due dosi di eroina per un totale di 2 grammi. Considerati i suoi precedenti, è stato arrestato e subito giudicato con il rito direttissimo. Il suo avvocato ha chiesto di rimandare il processo per poter esaminare gli atti; nel frattempo, fino al prossimo marzo, il giudice ha disposto gli arresti domiciliari. L’Ufficio Immigrazione, al quale l’albanese aveva richiesto il rinnovo del permesso di soggiorno sta valutando il rifiuto e la successiva espulsione.
20/1/2014 ore 11:35
Torna su