13/11/2019 ore 17:44
Terni: la polizia esegue misure restrittive nei confronti di sette malviventi responsabili di 39 furti in abitazione
Gli agenti della Terza Sezione della Squadra Mobile di Terni hanno notificato quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere e due ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari. Un settimo provvedimento restrittivo non è stato eseguito in quanto il destinatario risulta irreperibile sul territorio nazionale. I provvedimenti riguardano soggetti di nazionalità albanese che erano stati tratti in arresto il 22 novembre scorso unitamente ad altri loro connazionali ed un rumeno. Tutto avvenne al termine di una complessa indagine di polizia giudiziaria scaturita dalle numerose denunce di furto in abitazione commessi nel periodo settembre-novembre 2013. In quella circostanza era stato notificato il fermo di indiziato di delitto a 10 persone ritenute responsabili di associazione a delinquere finalizzata ai furti in appartamento e alla ricettazione dei beni illecitamente procurati. Le successive indagini. svolte dagli agenti della polizia di stato, hanno consentito di delineare un quadro investigativo che ha permesso di attribuire agli indagati la responsabilità di ulteriori 39 furti messi a segno presso abitazioni di cittadini ternani; per questi fatti accertati è scaturito un nuovo provvedimento restrittivo. Quattro ordinanze di custodia in carcere sono state notificate ad altrettanti soggetti già detenuti, per i quali è stato prescritto anche l’isolamento, mentre gli arresti domicilari sono stati disposti per due soggetti già gravati da identico provvedimento restrittivo.
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
2/1/2014 ore 17:55
Torna su