13/10/2019 ore 23:24
San Venanzo: inaugurata la nuova scuola media, è costata 450mila euro, metà li ha messi la Regione
E' stata una cerimonia molto partecipata quella che ha visto l’Amministrazione comunale di San Venanzo inaugurare il nuovo edifico che ospiterà la Scuola Media. Al fianco del Sindaco Francesca Valentini, per il taglio del nastro, sono intervenuti la Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, l’Assessore alla Pubblica Istruzione della Provincia di Terni, Stefania Cherubini e la dirigente scolastica Cristina Maravalle. C'erano inoltre rappresentanti degli studenti, del corpo insegnante, dei progettisti, ad altri esponenti della giunta comunale e a tanti cittadini. “Questo – ha affermato il Sindaco Valentini nel ringraziare tutti i soggetti istituzionali e non che hanno reso possibile la realizzazione del nuovo edificio – è un vero e proprio giorno di festa per la comunità di San Venanzo, con il completamento del polo scolastico. Dare ai nostri ragazzi e al personale della scuola un edificio innanzitutto sicuro e funzionale è stata la priorità che ci ha guidato nella ricerca delle risorse economiche necessarie alla realizzazione di questo intervento, ben consapevoli che l’edificio che ospitava la Scuola Media, costruito agli inizi del secolo scorso, non rispondeva più agli standard di sicurezza e a quanto chiesto dalla normativa antisismica. L’accorpamento di tutta la popolazione scolastica in un unico plesso, oltre a permettere la razionalizzazione di molte spese di gestione, rappresenta anche una grande occasione per il potenziamento qualitativo dell’offerta didattica. Esprimo quindi l’auspicio che anche le famiglie che oggi iscrivono i propri figli a scuole nei territori limitrofi, possano, domani, rivedere questa scelta e puntare sulla qualità della scuola di San Venanzo”. La realizzazione di questa opera, che gli studenti inizieranno a fruire al rientro dalle vacanze natalizie, è costata 450mila euro di cui 200mila euro finanziati dalla Regione Umbria, 200mila euro dal Comune, per la maggior parte attraverso l’accensione di un mutuo, e 50mila euro dallo Stato attraverso fondi del Ministero dell’Istruzione. “Ogni euro speso per la scuola pubblica – ha affermato l’Assessore comunale alla Scuola, Samuele Codetti – è, di fatto, un investimento per il benessere di tutta la comunità e questa nuova scuola deve, quindi, essere motivo di orgoglio per ogni cittadino di San Venanzo”. Grande soddisfazione per quanto si è potuto realizzare è stata espressa anche da Catiuscia Marini, la quale ha sottolineato come l’assoluta inadeguatezza delle risorse messe a disposizione dallo Stato per l’edilizia scolastica renda estremamente difficile arrivare a cofinanziare e realizzare un nuovo edificio scolastico. “Quello che inauguriamo oggi – ha quindi affermato la Presidente – è un risultato molto importante, sostenuto da risorse che la Regione Umbria ha sempre inteso garantire per la sicurezza delle scuole, nell’ambito di un programma di adeguamento dei plessi che, ad oggi, ha permesso di mettere in sicurezza oltre il 60% delle scuole umbre”. La presidente ha quindi rivolto un saluto agli alunni ed agli studenti che hanno partecipato alla cerimonia, assieme a tutto il personale docente e non docente ricordando come “gli amministratori pubblici siano impegnati, in Umbria, a sostenere anche il diritto allo studio con tutti gli strumenti possibili, anche favorendo l’utilizzo di tutte le nuove tecnologie, non solo fino all’età di obbligo scolastico, ma anche fino al termine del percorso formativo superiore. Ciò perché crediamo fortemente nel principio che è nella scuola che si formano i cittadini di domani. Difendere la scuola e dedicare ad essa le risorse necessarie è un po’ come difendere l’anima di una comunità”.
14/12/2013 ore 18:53
Torna su