18/07/2019 ore 21:12
Sicurezza nelle case: dalla polizia alcuni suggerimenti per prevenire i furti in appartamento
Arrivano dalla polizia i suggerimenti "di base" per rendere più difficile la vita ai ladri di appartamento. Per evitare spiacevoli situazioni, la polizia suggerisce alcuni, possibili accorgimenti per ostacolare il lavoro dei ladri.
- Chiudere sempre le finestre e le porte dei balconi, anche in caso di assenze brevi
- La porta di casa va sempre chiusa a chiave, anche quando si esce per poco tempo
- Non lasciare mai inserita la chiave all’interno delle porte con parti in vetro
- Non nascondere la chiave di casa all’esterno della casa: i ladri conoscono tutti i trucchi e i nascondigli
- Svuotare o far svuotare la cassetta della posta, anche quando si è assenti
- Informare i vicini delle assenze programmate
- Se vedete persone sconosciute aggirarsi nelle vicinanze della vostra proprietà fate in modo che si sentano osservate e segnalatene subito la presenza telefonando al 113 o al 112
- Fate un giro di controllo intorno alla vostra casa per individuare i “punti deboli” immediatamente visibili, come per esempio: serrature standard, ancoraggi a muro deboli, cardini non rinforzati, finestre della cantina senza serrature aggiuntive, grate non bene assicurate al muro, ecc.
- Non custodite denaro o oggetti di valore in camera da letto: è il primo posto dove i ladri vanno a cercare
- Prendere in considerazione la possibilità di istallare un sistema di teleallarme che può essere collegato con il pronto intervento del 113.
TELEALLARME
Il Teleallarme è un dispositivo ausiliario di collegamento con il pronto intervento del 113. Il servizio è completamente gratuito e si può richiedere compilando un modulo scaricabile dal sito web della Polizia di Stato al seguente indirizzo: http://img.poliziadistato.it/docs/mod90.pdf .
Per essere attivato è necessario aver già installato un sistema di antifurto a combinatore telefonico (omologato ai sensi della legge n. 46/90 e del D.M. n. 314/92) che, in caso di allarme, provvederà a chiamare automaticamente tre numeri memorizzati dei soggetti che potrebbero intervenire per la disattivazione in caso di necessità e quello della Polizia di Stato.
16/12/2013 ore 2:10
Torna su