18/11/2019 ore 01:33
Viabilità: il Cipe approva il progetto riguardante la trasformazione della E/45 in autostrada
Il Cipe ha approvato il progetto preliminare e la proposta del promotore per l’adeguamento e l'ammodernamento della E/45. L’assessore regionale alle infrastrutture, Silvano Rometti, esprime la sua soddisfazione, per una decisione più volte sollecitata dalla Giunta regionale. “Si concretizza - dice Rometti - la realizzazione di un’opera importantissima per l’Umbria, che collega da nord a sud tutto il territorio regionale verso le grandi direttrici europee e che, in concorso con le trasversali in fase di realizzazione, porterà alla costituzione di un moderno e più efficiente sistema infrastrutturale. La decisione del Cipe – sottolinea Rometti – non significa solo adeguamento della E/45, ma anche via libera alla realizzazione del primo tratto del nodo di Perugia, da Madonna del Piano a Collestrada, che rappresenta una priorità rispetto alla esecuzione complessiva dei lavori. Con questa decisione potrà dunque essere finalmente avviato il percorso per definire l’iter esecutivo, condizione indispensabile per l’effettiva realizzazione di un’opera che risolverà le criticità di traffico legate alla qualità ed alla sicurezza del servizio e fornirà un’alternativa concreta all’attuale sistema autostradale di collegamento. Un apprezzamento – ha concluso Rometti – va anche all’impegno del governo che ha inserito questa infrastruttura fra quelle ritenute strategiche a livello nazionale”. L’opera rientra nell’ambito della realizzazione del corridoio di viabilità autostradale da Orte (svincolo d’interconnessione con l’A/1) a Mestre (svincolo d’interconnessione con l’A/4 e con il Passante di Mestre) attraverso il potenziamento degli attuali itinerari serviti dalle infrastrutture E/45, appunto ed E/55, per un percorso di circa 400 chilometri complessivi. Il potenziamento della E/45 è dunque finalizzato a rispondere a nuovi standard di funzionalità e sicurezza stradale e alla realizzazione ex novo dell’itinerario autostradale denominato E/55 “Nuova Romea”. L’investimento complessivo è stimato in 9 miliardi di euro.
10/11/2013 ore 1:29
Torna su