22/10/2019 ore 21:20
Fermate due zingare che cercavano di introdursi nelle case, una era incinta
Ancora zingare in giro per la nostra città. Ed ancora una volta è stato un cittadino a chiamare la polizia segnalando la loro presenza e facendo in modo che le due rom non portassero a termine dei furti. Un uomo di 72 anni, che abita in una via del centro di Terni, ha notato le due zingare (una delle quali incinta), che passavano da un condominio all’altro nella speranza di trovare un portone aperto. Senza farsi notare l'uomo ha chiamato il 113 e rimanendo in contatto con l’agente all’altro capo del telefono, le ha pedinate fino all’arrivo della Volante che le ha fermate e portate in Questura. Il senso civico del 72enne ha permesso di identificare due nomadi, ladre seriali di appartamenti, che sono state denunciate per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso ed allontanate con Foglio di Via Obbligatorio. Le donne, di 28 e 30 anni, hanno dichiarato di vivere nel campo nomadi di Acilia. Dai controlli al terminale sono emersi dei dati strabilianti: la 28enne, quella in avanzato stato di gravidanza, era stata fotosegnalata 67 volte; a suo carico risultavano numerose denunce e condanne per furti in abitazione, rapina e possesso di arnesi atti allo scasso. L’espiazione della pena era stata differita proprio in virtù del suo stato; l’altra era stata fermata e controllata 78 volte e anche lei denunciata e condannata per reati predatori. La Questura rinnova l’invito ai cittadini a segnalare ogni situazione sospetta e si congratula con il signore ternano che, improvvisandosi "poliziotto", grazie al suo intuito ha contribuito a sventare sicuri nuovi furti. L’uomo è stato ringraziato ufficialmente dal Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, il dr. Taschetti, che lo ha incontrato ieri negli uffici della Squadra Volante per consegnarli una medaglia celebrativa della Questura di Terni. Il contrasto ai reati predatori, soprattutto ai furti in appartamento, continua senza sosta ed infatti ieri sera è stato predisposto dal Questore Belfiore un servizio straordinario di controllo del territorio a cui hanno partecipato cinque pattuglie della Questura e il Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche. Nell’occasione, sono stati effettuati 115 controlli, in particolare a 6 persone con precedenti penali, a 37 autovetture e a 4 esercizi pubblici. I controlli che verranno regolarmente ripetuti.
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
25/10/2013 ore 11:43
Torna su