17/10/2019 ore 14:52
Derisa e umiliata dall'amante del compagno si rivolge alla polizia, il questore ammonisce la donna che la infastidiva
Storie di tradimenti. Che vanno a sconfinare nel codice penale, tanto che deve intervenire il questore per mettere ordine. E' successo a Terni, dove una donna, che aveva da poco imbastito una relazione con un uomo già impegnato, una volta scoperto che il "suo" lui aveva già una compagna, comincia a tartassare di messaggi sul cellulare e sui social network la sua "avversaria". La vittima, una cinquantenne, venuta a conoscenza del tradimento, prima tronca col compagno di una vita, poi si rivolge alla polizia per denunciare di essere perseguitata dall'amante del suo ex. E’ la fine di settembre quando l’unità anti-stalking della Divisione Anticrimine della Questura di Terni, raccoglie la sua testimonianza angosciata. La donna riferisce ai poliziotti di ricevere da qualche tempo decine di messaggi, in forma anonima, in cui viene derisa e umiliata, anche con la minaccia di rendere pubblico lo scandalo sul luogo di lavoro, annunciandole perfino una gravidanza. Gli agenti iniziano a raccogliere elementi, partendo proprio dall’uomo conteso fra le due donne, che dopo qualche reticenza iniziale ammette quella che definisce “un’avventura” e fornisce il nome della donna. La misura dell’Ammonimento del Questore le viene notificata qualche giorno fa e da quel giorno, di colpo, la vittima non riceve più messaggi, né al cellulare, né in internet.
24/10/2013 ore 12:10
Torna su