19/10/2019 ore 13:45
Stroncato traffico di droga in città, sequestrati due etti di cocaina e quasi un chilo di eroina, due arresti
Eroina e cocaina in grande quantità. Spacciata da due nigeriani che sono stati arrestati dalla polizia. I due, uno di 32 l'altro di 33 anni, sono stati sorpresi in un appartamento di via Turati, considerato dagli agenti la "centrale" dello spaccio. Insieme ai due sono stati denunciati alla Procura della Repubblica una donna nigeriana ed un giovane ternano, tutti ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di eroina e cocaina. Gli agenti dell’antidroga avevano avuto notizia che presso un appartamentodi via Turati, in uso ad uno extracomunitario, vi era un anomalo andirivieni di giovai. Veniva predisposto un servizio di avvistamento che consentiva di notare un noto tossicodipendente entrare nell’appartamento per uscirne dopo pochi istanti. Il successivo controllo dell’uomo permetteva agli agenti di sequestrargli 5,3 grammi di cocaina confezionata in un involucro cilindrico che lo stesso aveva acquistato all’interno di quell’appartamento da uno dei nigeriani e dalla donna nigeriana. Dopo pochi istanti tornava nei pressi della sua abitazione l'altro nigeriano a bordo della sua autovettura. L’uomo veniva bloccato e sottoposto a perquisizione personale e domiciliare. All’interno della cantina in uso allo straniero venivano rinvenuti 5 involucri di cellophane di forma cilindrica per complessivi 55,8 grammi di cocaina nonché un altro sacchetto contenente ulteriori 12 involucri per complessivi 118,1 grammi di cocaina. All’interno dell’abitazione venivano invece rinvenuti e sequestrati 57 involucri di forma cilindrica per complessivi 926,5 grammi di eroina e grammi 405,5 di sostanza da taglio, nonché una somma in denaro pari a 36.100 euro in banconote di vario taglio dei quali 20.000 nascosti dentro ad un aspirapolvere. L’intera somma costituirebbe il provento di almeno 800 dosi già piazzate. Venivano altresì rinvenuti telefoni cellulari di ultima generazione, computer e ipad, oggetti, questi, ritenuti dalla polizia quali merce di scambio data indietro per acquistare la droga. Sono i in corso accertamenti per verificare la provenienza di tutti gli oggetti. Un ipad è risultatoe ssere stato rubato tempo addietro in un negozio di Terni. Per questo motivo il secondo nigeriano è stato anche deferito all'autorità giudizria per il reato di ricettazione. Al termine delle formalità di rito i due arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di Sabbione. Il gip Maurizio Santoloci ha convalidato l’arresto ed ha disposto la custodia cautelare in carcere per i due extracomunitari.
5/10/2013 ore 12:48
Torna su