17/07/2019 ore 21:17
Troppi schiamazzi notturni, il giudice sequestra un bar del centro storico
Nel primo pomeriggio di oggi, gli uomini del commissariato di polizia e quelli della compagnia dei carabinieri di Orvieto hanno eseguito un provvedimento di sequestro preventivo penale emesso dall’Autorità Giudiziaria ai danni di un noto bar di Corso Cavour. Il provvedimento di chiusura dell’esercizio è giunto a seguito dei numerosi esposti e denunce presentate nel corso degli ultimi anni da cittadini che abitano nei pressi del bar per via della musica ad alto volume. Il problema si sarebbe presentato tutte le notti, in modo particolare nei fine settimana, sia dagli impianti stereo sia dai vari gruppi musicali che suonavano intrattenendo gli avventori. Pare che in diverse occasioni molti di questi avventori fossero ubriachi e che i rumori molesti proesguissero anche oltre gli orari di paertura del bar. A nulla sarebbero valsi i tentativi di sistemare la questione in via bonaria, tanto che il Gip nel decreto di sequestro fa specifico riferimento a questo. Le continue chiamate al 113 ed al 112 non hanno mai sortito l’effetto sperato. Il mancato effetto deterrente di un sequestro penale per gli stessi motivi effettuato nel 2011, ma solo riferito alle apparecchiature stereo, e l’avvenuta chiusura di quel procedimento con una oblazione hanno indotto l’Autorità Giudiziaria, su proposta e richiesta di polizia e carabinieri, ad emettere il provvedimento di sequestro preventivo quale misura cautelare e provvisoria, per impedire che il reato “possa aggravare o protrarre le conseguenze di esso ovvero agevolarne la commissione di altri”.
19/6/2013 ore 20:33
Torna su