21/09/2019 ore 06:31
Aggredisce i poliziotti che lo controllano, denunciato un albanese di 24 anni
Un cittadino albanese di 24 anni è stato denunciato in stato di libertà dalla polizia per possesso ingiustificato di arnesi atti ad offendere e resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane è stato visto da un residente del quartiere S. Giovanni, aggirarsi con fare sospetto ed insieme ad un’altra persona, a piedi fra i palazzi. Il cittadino ha chiamato il 113 e la volante, arrivata subito dopo, è riuscita a bloccare il 24enne in via Di Vittorio. Lo straniero ha reagito, colpendo uno degli agenti con un calcio, mentre l’altro è riuscito a dileguarsi. Addosso all’albanese, gli agenti hanno trovato un grosso cacciavite, un sasso ed un coltello, oggetti dei quali non è riuscito a giustificarne il possesso. Dai successivi controlli, è emerso che il giovane era entrato in Italia il 4 maggio scorso, con un passaporto biometrico, perciò in conformità con le leggi sull’immigrazione, che prevedono che i cittadini albanesi, anche se non appartenenti all’Unione Europea, entrino in Italia senza l’obbligo di presentarsi in questura per la dichiarazione di presenza e che vi restino fino a 90 giorni. Per questo motivo l’albanese è risultato inespellibile. Una circostanza questa, che facilita i cosiddetti “pendolari del furto”, che entrano in Italia solo per commettere reati, restano qualche giorno, trovando delle sistemazioni di fortuna, e se non vengono beccati se ne ritornano in patria.
13/5/2013 ore 18:06
Torna su