21/09/2019 ore 07:20
Terni: dopo quattro anni torna in città il circo di Moira Orfei, allo Staino dal 30 aprile al 6 maggio
Dopo quattro anni, il grande circo di Moira Orfei torna in Umbria e piazza le tende a Terni, presso l'area dello Staino. Il circo di Moira torna con un nuovo spettacolo dal titolo"“Il leone Artù", prodotto dalla stessa "regina" dei circhi e da Walter Nones per la stagione 2012/13.
IL LEONE ARTU’” è uno show circense, attualmente il più grande in Italia, che nasce con l’intento di soddisfare un pubblico di ogni fascia d’età ed è frutto di un’attenta regia che nulla ha lasciato al caso, dalla campagna pubblicitaria, al materiale delle scene, ai costumi (realizzati senza economia), fino alla scelta del cast, composto da artisti di fama internazionale che hanno ricevuto prestigiosi riconoscimenti nelle più importanti manifestazioni del settore. "L’intento - spiegano dall'ufficio stampa del circo - è quello di mescolare la tradizione alla modernità, che in questo straordinario spettacolo si fondono con grande armonia". "Come da tradizione di casa Orfei, il cast è composto dai migliori artisti circensi. In pista si esibiscono i famosi trapezisti Wulber, i clowns musicali Saly, i grandi addestratori internazionali Gerd e Marietta Koch con il numero di cavalli in libertà. Dalla Spagna il giocoliere Michael Olivares, il duo aereo di Michael e Dea e sotto la cupola del circo un numero di equilibrismo di grande effetto scenico e che terrà tutti con il fiato sospeso. Non mancano le attrazioni con gli animali presentate dal grande Stefano Orfei (figlio di Moira e Walter Nones, nella vita marito della bella e famosa Brigitta Boccoli e papà del piccolo Manfredi), in pista con diversi stupendi esemplari di cavalli in un numero classico ma d’obbligo per un grande circo, l’alta scuola di equitazione, e poi con elefanti indiani e cammelli. Ma il clou Stefano lo raggiunge nel momento in cui é protagonista nella grande gabbia dei felini con tigri di varie specie e il superbo leone bianco, bellissimo esemplare di 5 anni, unico in Europa, coccolato dallo stesso Stefano Orfei. Attrazione che insieme al numero dell’alta scuola di equitazione han permesso a Stefano di vincere per ben tre volte il massimo e prestigioso riconoscimento al Festival Internazionale del Circo di Montecarlo. Il vero circo Moira Orfei, l’unico, l’originale, presenta in tutte le tappe del suo tour lo spettacolo al completo".
IL LEONE ARTU” è un grande spettacolo di magia ed emozioni presentato da Giorgio Vidali, con la grande orchestra diretta dal maestro Richard Rejdjch e del corpo di ballo del circo.
Lo show è prodotto da Walter Nones, uno dei più grandi impresari del settore che ha organizzato per l’Italia spettacoli di grande prestigio come “Holiday on Ice”, “Armata Rossa”, “Il Circo di Mosca sul Ghiaccio”, “Circo Massimo”, “Circo Cinese”, “Una Tigre per Amore” e prodotto numerose trasmissioni televisive tematiche.
LA MOIRA NAZIONALE
Personaggio e “marchio” del cinema al circo
Figlia d’arte nata dall’unione di Riccardo Orfei, il celebre Clown Bigolon, con Violetta Arata, anche lei protagonista del mondo del circo, è praticamente vissuta sempre all’ombra del tendone. Miranda, questo il suo vero nome, nel circo si è esibita come cavallerizza, virtuosa del trapezio, acrobata e con i suoi famosi elefanti. Moira Orfei, l’artista circense più amata dagli italiani, è praticamente l’unica in grado di reggere il confronto con personaggi di altre e più frequentate forme di spettacolo in quanto a indice di popolarità: un successo per la “Moira nazionale” che dura da oltre 50 anni! Moira Orfei sprigiona nel cinema, in TV, al circo, un carisma unico in Italia e all’estero, trasmettendo la propria energia ai figli Stefano e Lara e soprattutto ai nipotini Moira jr, Walter jr e Manfredi. La popolarità di Moira è immensa. Il motivo del successo è dovuto alla sua semplicità e alle sue numerose partecipazioni a programmi televisivi di successo, ai numerosi manifesti riproducesti il suo inconfondibile volto sorridente. E’ un personaggio con delle caratteristiche precise, sempre uguali, siano esse esteriori, come la pettinatura, il trucco o i vestiti; siano anche interiori, come l’amore per il marito, Walter Nones, e il lavoro. Caratteristiche, quelle citate, ripetute all’infinito, senza sbavature, con la costanza di mantenere certi punti di riferimento uguali negli anni con la forza del marchio. Nei primi anni Sessanta, insieme al marito Walter Nones, fonda quello che oggi è il più prestigioso complesso circense italiano, il “Moira Orfei”, e a seguire una grande struttura organizzativa e di produzioni di grandi eventi e spettacoli dal vivo. In quegli anni Moira era impegnata anche come attrice cinematografica, un ruolo che ha contribuito a rendere famosa l’artista circense e, di riflesso, il suo circo. Al suo attivo numerosi film accanto a Totò, Manfredi, Gassman e Mastroianni sotto la regia di importantissimi registi. Fu il grande produttore cinematografico Dino De Laurentiis a suggerire all’artista di adottare l’immagine eccentrica ed esuberante per la quale è nota; fu sempre De Laurentiis che le suggerì di cambiare nome. Nell’ambiente circense infatti, Miranda bellissima ragazza bruna era da tutti chiamata con il nome di “Mora”. De Laurentiis le consigliò di inserire la vocale “i” all’interno del nome ed ecco che nacque Moira. Moira Orfei dagli anni Sessanta ai Novanta ha interpretato numerosi film, dalle commedie leggere fino ai film di autori impegnati. Pietro Germi in un’occasione ebbe modo di dichiarare che se Moira Orfei avesse studiato con costanza la recitazione avrebbe potuto essere brava come Sophia Loren. Oggi “Moira Orfei” va oltre il personaggio ed è un vero e proprio marchio. Un “marchio” di successo come lo sono le grandi firme per settori come la moda, il cinema, i cartoni animati. E non a caso oggi Moira Orfei è un personaggio per i fumetti e volto per carte di credito. Ma soprattutto Moira Orfei è, nel settore dei grandi spettacoli dal vivo, un marchio di qualità.
30/4/2013 ore 8:42
Torna su