19/09/2020 ore 15:06
Terni: falsi addetti Cesvol vendono libri per beneficenza, ma l'associazione non ne sa nulla
Avrebbe provato a vendere libri per conto del Cesvol di Terni e l’ha fatto in vari uffici di amministratori e dipendenti del Comune di Terni. Vecchi libri di cucina il cui ricavato - avrebbe raccontato l’uomo dai modi arroganti e pressanti - sarebbe stato destinato in beneficenza. Qualcuno, fidandosi dello sconosciuto che si era presentato a nome del Centro Servizi per il volontariato di Terni negli uffici del Comune all’ora di pranzo, c’è cascato ed ha pure comprato dei libri. Prima di lasciare in tutta fretta gli uffici di palazzo Spada dopo che una volontaria capitata lì per caso ha capito le intenzioni del truffatore, l’uomo ha inveito contro i presenti. “Diffidiamo chiunque a chiedere soldi per conto del Cesvol - dice la presidente, Valeria Cerasoli – anche perché il Centro Servizi non ha mai utilizzato le associazioni di volontariato per raccolte fondi e comunque per fini commerciali”.
19/4/2013 ore 13:51
Torna su