07/08/2020 ore 14:21
Accendono fumogeni allo stadio durante la partita, Daspo per due tifosi della Ternana
Personale della Digos, a seguito di attività investigativa, conseguente a reiterati episodi di accensione di artifici esplodenti e fumogeni, avvenuti presso lo stadio comunale di Terni, nel corso della partita di calcio Ternana – Grosseto, ha identificato e denunciato due tifosi della Ternana, di 18 e 41 anni, per possesso ed accensione di artifici per l’emissione di fiamme e fumo, comunemente denominati fumogeni. Stando alla legge l'utilizzo di questi fumogeni in ambito sportivo è punito, ai sensi dell’art. 6 bis della L. 401/89, con la reclusione da 1 a 4 anni. Nei confronti dei due tifosi il Questore di Terni ha adottato provvedimenti di interdizione dalle manifestazioni sportive (Daspo), per la durata di due anni. In una nota della questura si legge che "Il deprecabile fenomeno dell’utilizzo di petardi e fumogeni all’interno dello stadio Liberati, che è causa, peraltro, di pesanti sanzioni economiche per la società organizzatrice, oltre a creare pericolo per la sicurezza degli spettatori, coinvolge spesse volte giovanissimi tifosi, anche di minore età, ai quali tali manufatti vengono consegnati da personaggi più esperti e fatti accendere, all’interno dei vari settori, sfruttando la inconsapevolezza della illiceità della condotta". Dall’inizio della stagione sportiva il Questore di Terni ha irrogato 14 provvedimenti interdittivi, nei confronti di altrettanti tifosi della Ternana, 7 dei quali riconducibili proprio all’accensione di petardi, bombe carta e fumogeni.
11/4/2013 ore 18:46
Torna su