09/08/2020 ore 12:54
Marocchini violenti aggrediscono i carabinieri, uno finisce ai domiciliari, l'altro è a casa sua
Si presenta in caserma, dove aveva l'obbligo di firma, con ben due ore di ritardo. I carabinieri gli chiedono conto dell'infrazione e lui li aggredisce. E' successo all'interno della caserma dei carabinieri di Papigno dove un marocchino, pluripregiudicato, di 25 anni si era recato per firmare. L’uomo, sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per reati inerenti gli stupefacenti, si è presentato presso la stazione di Papigno, con due ore circa di ritardo rispetto all’orario stabilito e alla richiesta di chiarimento ha spintonato uno dei militari presenti provando anche a colpirlo al volto con dei pugni, non riuscendovi però in quanto bloccato da altri militari intervenuti. L'uomo è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Il giudice ha convalidato l'arresto ed ha disposto nei suoi confronti gli arresti domiciliari.
In un'altra operazione una pattuglia dei carabinieri della stazione di Terni ha tratto in arresto per lo stesso reato un marocchino di 30 anni pluripregiudicato. I militari, intervenuti in una via del centro per una lite tra due cittadini marocchini, mentre cercavano di separarli sono stati colpiti da uno dei due con calci e pugni. Alla fine l'uomo è stato bloccato. Entrambi i militari hanno riportato lievi ferite. Il marocchino è stato rimesso in libertà dal giudice in attesa del processo.
11/4/2013 ore 0:06
Torna su