23/09/2020 ore 11:00
Per due anni si "dimentica" di versare imposte e pagare l'Irpef ai suoi dipendenti, denunciato in 50enne ternano
Un imprenditore cinquantenne ternano, titolare di un’impresa operante nel settore della fabbricazione di strutture e parti assemblate metalliche ha "dimenticato", per due anni di seguito, di presentare la dichiarazione dei redditi e di versare le ritenute Irpef ai propri dipendenti. Circa 260mila euro, trattenuti dallo stipendio di 40 lavoratori e non versati nelle casse dell’Erario. Ci sarebbe poi l’omessa dichiarazione di redditi per oltre 3milioni di euro, con mancato versamento di un’Iva corrispondente per circa 220mila euro. Una serie di “distrazioni”che sarebbero state ripetute dall'imprenditore nel 2011 e nel 2012. Dimenticanze che non sono sfuggite ai controlli fiscali dei militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Terni. Al termine dell’accertamento fiscale si sono state evidenziate violazioni così rilevanti tali da costringere i finanzieri a denunciare il titolare alla Procura della Repubblica di Terni per i reati di “omessa dichiarazione I.V.A.” e “omesso versamento di ritenute certificate” ex art. 5 e 10 bis del Decreto Legislativo 74/2000, con sanzioni che prevedono da 1 a 3 anni di reclusione. Sanzioni che fanno automaticamente scattare la richiesta all'Autorità Giudiziaria del sequestro di beni nella disponibilità dell’evasore, finalizzato alla confisca, per un valore equivalente all’importo evaso, quale garanzia dei crediti erariali non corrisposti.
9/4/2013 ore 23:20
Torna su