24/09/2020 ore 04:44
Padre violento "scaglia" il figlioletto contro la moglie procurandogli un trauma cranico
Ancora un grave episodio di violenze e maltrattamenti in famiglia. L'Ufficio Minori della Questura di Terni ha denunciato un ternano di 49 anni per maltrattamenti in famiglia e per la violazione della legge sulla detenzione di armi. L’uomo, infatti, deteneva regolarmente due armi, ma aveva omesso di comunicarne il trasferimento alla polizia. Le indagini sono partite da una segnalazione del pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria di Terni, in cui si comunicava che ad un bambino in tenerissima età, era stato diagnosticato un trauma cranico, e la mamma che lo aveva accompagnato non era stata in grado di spiegare le circostanze dell’incidente. Gli agenti dell’Ufficio Minori, con sensibilità e professionalità, sono riusciti ad ottenere la fiducia della donna che si è aperta con loro, raccontando la triste situazione familiare in cui viveva da un pò di tempo e che la costringeva spesso a rifugiarsi a casa dei vicini per evitare di essere aggredita dal marito quando tornava a casa ubriaco. La donna ha raccontato di come l’uomo passasse i suoi giorni davanti alle macchinette del video-poker, bevendo e sperperando tutto il loro denaro e minacciandola continuamente di usare le armi in suo possesso. La sera dell’incidente, era come al solito tornato a casa ubriaco, e durante un’ennesima lite avrebbe scagliato il bambino contro la donna facendolo cadere a terra. Gli agenti hanno raccolto testimonianze ed effettuato anche un sopralluogo all’indirizzo della famiglia, dove hanno trovato una situazione di degrado, sicuramente non adatta alla salute di un bambino. La mamma e il bambino verranno ora seguiti ed assistiti dai Servizi Sociali mentre l’uomo è stato denunciato e le armi sequestrate.
9/3/2013 ore 12:09
Torna su