15/07/2020 ore 12:30
Picchia la convivente fino a farla svenire, arrestato un uomo di 31 anni
Un uomo di 31 anni, operaio di origini nordafricane, da anni residente a Terni, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Investigativo, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Terni, Maurizio Santoloci. L'uomo è ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni in danno della compagna convivente. Le indagini avrebbero permesso di accertare che la condotta lesiva dell’incolumità psico-fisica nei confronti della donna durava da circa due anni. Durante questo tempo la donna sarebbe stata costretta in più occasioni ad allontanarsi da casa, unitamente ai due figli in tenera età nati nel corso della convivenza ed a rifugiarsi presso delle amiche per sottrarsi alle continue angherie. Tali episodi tuttavia non erano mai stati denunciati dalla donna che, illusa che l’aggressività del compagno si potesse attenuare nel tempo, ma anche intimorita dal fatto che se lo avesse denunciato poi il suo uomo le potesse portare via i bambini. L’ennesimo episodio di violenza avvenuto nel corso del mese di novembre, allorquando a causa di una banale discussione il 31enne avrebbe percosso la donna con pugni e calci in varie parti del corpo, fino a farle perdere i sensi, ha definitivamente spinto la stessa a rivolgersi ai carabinieri. Il Gip, su richiesta del Pm Raffaella Gammarota, concordando con le articolate risultanze investigative emerse, ha emesso il provvedimento restrittivo e l’extracomunitario, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di Terni.
1/12/2012 ore 0:43
Torna su