21/11/2019 ore 07:42
La questura rimpatria un 39enne marocchino che era appena uscito dal carcere
Un altro rimpatrio coattivo è stato effettuato dalla polizia nei confronti di un pericoloso spacciatore marocchino. Agenti della Questura di Terni hanno accompagnato al Centro di identificazione ed espulsione di Bari un cittadino extracomunitario scarcerato nella mattinata dopo aver scontato una pena di tre anni e cinque mesi di reclusione per spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, 39enne, nel dicembre 2009 era stato arrestato con altri suoi connazionali dalla polizia di Modena. Una volta condannato era stato trasferito nel carcere ternano da dove ieri mattina è uscito per essere poi subito accompagnato in questura. Tappa successiva il C.I.E. di Bari, da dove sarà rimpatriato in Marocco con divieto di rientrare in Italia. "L’allontanamento degli stranieri pericolosi – ha detto il Questore di Terni, Luigi Vita – , è un importante strumento di tutela della legalità e della serenità della nostra comunità e l’impegno della Polizia di Stato in questa attività sarà sempre maggiore".
17/11/2012 ore 16:40
Torna su