24/07/2019 ore 09:25
Scende dal treno con un chilo di cocaina nel borsello, arrestato un insospettabile 48enne
Ben vestito, con in mano ombrello e borsello. Insomma una persona apparentemente insospettabile che si è tradita per il suo modo di camminare, a capo chino e con il passo particolarmente affrettato. Un particolare che ha destato la curiosità degli agenti della Polfer in servizio presso la stazione ferroviaria di Terni. L’uomo, appena sceso dal treno delle 19.33 in arrivo da Milano, è stato seguito dai poliziotti fuori dalla stazione. L'uomo, un albanese di 48 anni residente a Milano dove lavora come commesso in un'azienda, si è fermato in un bar e qui ha estratto dalla tasca il suo telefono cellulare ed ha fatto una chiamata. E' stato in quel momento che gli agenti gli si sono avvicinati per chiedergli i documenti. l'uomo non ha battuto ciglio consegnando ai poliziotti carta di identità, patente di guida e permesso di soggiorno; tutti documenti regolari e in corso di validità. Nonostante ciò, l’uomo tradiva un certo nervosismo che ha indotto gli agenti ad approfondire i controlli nei suoi confronti, così lo straniero è stato accompagnato in questura dove gli è stato chiesto di aprire il borsello. Pur fortemente contrariato, l’albanese ha aperto la borsa dalla quale ha tirato fuori due panetti di cocaina, del peso totale di circa 1 kg, per un valore sul mercato di oltre 80.000 euro. Il 48enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio; oltre alla droga, aveva con sé il biglietto del treno di andata e ritorno per Milano.
3/11/2012 ore 11:43
Torna su