06/08/2020 ore 15:48
Siccità: la Provincia sospende tutti gli attingimenti di acqua su fiumi e torrenti del territorio
L’amministrazione provinciale di Terni ha sospeso le licenze di attingimento per scopo irriguo in alcuni torrenti e tratti fluviali del territorio. Il provvedimento è entrato in vigore oggi ed è stato emanato dal dirigente del servizio ambiente Paolo Grigioni visto il perdurare di condizioni di siccità e di temperature elevate senza previsioni di piogge nel breve periodo. L’atto di divieto è la conseguenza di una serie di riunioni tecniche di emergenza svoltesi in Provincia, coordinate dall’assessore all’ambiente Fabrizio Bellini e di accurati sopralluoghi della Polizia provinciale che continua sistematicamente a monitorare la situazione su tutto il territorio di competenza. I corsi d’acqua oggetto del provvedimento, e dai quali non sarà possibile attingere, fino a nuove disposizioni, sono:Fosso Monterivoso, Fosso di Terria, Forma del Principe, Forma Quattrini (comune di Ferentillo), Forma di Mezzo, Fosso Polino, Fosso dei Castiglioni (comune di Arrone), Torrente Aia (comune di Narni), Torrente Naia (comune di Acquasparta), Torrente Rio Grande (comune di Amelia), Torrente Chiani – dal Ponte di Olevole a valle fino alla confluenza con il Torrente Paglia (comuni di Parrano, Ficulle ed Orvieto), Torrente Paglia - dal Ponte di Allerona fino alla confluenza con il Torrente Chiani (comuni di Castelviscardo ed Orvieto). La situazione è costantemente monitorata per verificare i livelli delle acque e valutare eventuali ulteriori provvedimenti di divieto per altri corsi d’acqua. La Provincia, attraverso la Polizia provinciale, i tecnici specializzati e le altre strutture deputate ai controlli ambientali vigileranno costantemente sul rispetto del divieto, la cui inosservanza comporterà l’applicazione di sanzioni pecuniarie previste per chi attinge senza la necessaria autorizzazione.
9/7/2012 ore 15:48
Torna su