25/05/2020 ore 10:25
Terni: via Chimica o Meccanica dall'itis? Insorge il consigliere regionale Damiano Stufara (Prc-Fds)
“E' sconcertante la decisione annunciata delle autorità scolastiche provinciali di sopprimere uno dei due indirizzi di meccanica o chimica dell'Istituto Tecnico Industriale di Terni" A dirlo è Damiano Stufara, consigliere regionale di Prc-Fds. "Si tratta - continua il capogruppo - di un provvedimento che si pone in contrasto con le decisioni assunte dalla Giunta e dal Consiglio Regionale sull'articolazione degli Istituti tecnici e professionali per l'anno 2012/2013, e che è del tutto inaccettabile per un territorio dalla fortissima vocazione industriale, il cui rilancio ha nella formazione professionale uno snodo fondamentale”. Stufara spiega come l'incremento degli studenti iscritti, gli investimenti fatti per il laboratorio di chimica dell'Istituto, i protocolli d'intesa con le realtà industriali del territorio stiano a testimoniare il carattere “vitale” di questi corsi “non solo per l'economia locale, ma in primo luogo per le giovani generazioni residenti nella provincia, già spinte in moltissimi casi a spostarsi altrove per trovare un impiego. In questo modo – aggiunge l’esponente di Rifondazione comunista - si nega loro la stessa prospettiva di inserimento nel tessuto produttivo e sociale della regione che invece deve essere sostenuta da tutte le istituzioni preposte alla tutela dell'interesse pubblico, quale è, o dovrebbe essere, lo stesso Ufficio scolastico provinciale di Terni”. “Di fronte ad una scelta così grave – conclude Stufara -, che non trova peraltro alcuna motivazione nella riduzione delle risorse o del personale, come gruppo del Partito della rifondazione comunista per la Federazione della sinistra riteniamo necessario che le Istituzioni locali e regionali aprano immediatamente un confronto con le autorità scolastiche, chiedendo la conferma di entrambi gli indirizzi, nell'ambito della preesistente classe articolata di chimica e meccanica”.
14/6/2012 ore 2:41
Torna su