25/05/2020 ore 10:52
Terni: giovedi 14 giugno l'Avis organizza varie inziative in città per festeggiare la giornata mondiale della donazione
Giovedì 14 giugno, giornata mondiale della donazione, l’Avis comunale di Terni festeggia il sessantesimo anno di attività. Dalle 9 alle 19 sarà allestito un punto informativo con un gazebo all’interno dei giardini “La Passeggiata”. Alle 18, a “Palazzo Primavera”, ci sarà uno spettacolo di danza dell’A.S.D. Area Ballet diretta da Michela Fausti. A chiudere la giornata, alle 21,30, sempre a “Palazzo Primavera”, il Concerto del Quartetto di Sassofoni “Tacet“ con il Maestro Francesco Ciocca oltre a Alessandro Sargetti, Paolo Di Girolamo e Leonardo Crescimbeni, artisti che aderiscono alla “Efit Fondation”, organismo che promuove sul territorio la cultura artistica in tutte le sue declinazioni e che ha anche un obiettivo di solidarietà attraverso l’ aiuto economico per la “Casa del Bambino” di Terni. “E' con gratitudine verso tutti coloro che hanno creduto in noi, soci e non, che ci accingiamo a dare vita ai festeggiamenti - dice Alberto Belli, presidente dell’Avis comunale di Terni - convinti che si può fare certamente di più e meglio per incrementare il numero di donatori e donazioni, ma convinti anche del fatto che quanto era nelle nostre possibilità è stato fatto. Sorta nel 1952 per volere di 20 volontari, oggi la nostra Avis conta 1.838 soci donatori e 27 soci collaboratori. Nel 2011 i nostri donatori hanno fatto un totale di 2.420 donazioni che però non sono state sufficienti al fabbisogno dell'Ospedale che grazie alle sue specializzazioni richiama pazienti anche da fuori Provincia e Regione.
Dobbiamo sicuramente aumentare i contatti con le scuole di ogni ordine e grado - prosegue Belli - perché prendere coscienza dell'importanza del dono sin da piccoli sviluppa quella attenzione al problema che può tradursi poi nel gesto del donare”. Recentemente l’Avis ha dato vita al sito web www.avisterni.it attraverso il quale è possibile ricevere informazioni su come donare e sulle attività dell’associazione.
“Il nostro augurio - conclude Belli - è raggiungere l'autosufficienza sangue nel nostro territorio per non dover correre a trovare sangue negli altri centri quando ci sono emergenze”.
12/6/2012 ore 12:55
Torna su