25/05/2020 ore 09:03
Picchia la moglie e minaccia di gettare la bimba di 10 mesi dal balcone, arrestato un 35enne
Violenze famigliari, esercitate non solo nei confronti della moglie ma anche verso un figlio diversamente abile di 6 anni ed una bimba di 10 mesi. Protagonista un operaio edile di 35 anni, albanese ma da molti anni residente a Terni, il quale è stato arrestato dai carabinieri per maltrattamenti in famiglia e lesioni. L'uomo, stando a quanto riferito in un comunicato dal comando provinciale dell'Arma, avrebbe dato in escandescenze a seguito di una lite familiare, scaturita dalla rottura di un utensile da cucina rotto dalla moglie, anche lei albanese, di 30 anni. L’uomo, in preda a una furia brutale, avrebbe dapprima malmenato la moglie, in presenza dei due figli, poi ha preso la bambina in braccio, sporgendola nel vuoto dal balcone dell’appartamento sito al 6° piano di un palazzo di Borgo Bovio, dicendo alla moglie: “Questo è quello che succede. Ammazzo prima i figli e dopo te, ma intanto ti faccio vedere lo spettacolo”. Fortunatamente, l’uomo ha desistito dalle sue minacce rientrando in casa e in quel momento la moglie ne ha approfittato per prendere i due figli e rifugiarsi in casa di un vicino da dove ha chiamato il 112, mentre l’uomo usciva dall’abitazione. I militari hanno portato la donna e i due bambini presso l’ospedale dove la madre è stata giudicata guaribile in 15 giorni per ecchimosi multiple su tutto il corpo, mentre i due figli sono stati ricoverati in stato di shock. La donna ha riferito che il marito è un violento e che è solito picchiarla per i più svariati motivi: pulizie di casa non fatte bene, cibo non gustoso, richiesta di soldi per fare la spesa, rifiuto di fare sesso. La stessa avrebbe anche raccontato che il marito la tiene segregata in casa, vietandole di uscire (durante il giorno tornerebbe più volte dal lavoro per vedere dov’è e le impedirebbe perfino di uscire sul balcone). Poi la donna avrebbe riferito che il marito picchia anche i due bambini, anche se in modo meno violento di lei: al maschio lo colpisce con schiaffi al volto e al collo mentre la bambina viene colpita con schiaffi alle mani. La donna ha altresì riferito che quando in televisione il marito sente notizie di uomini che uccidono moglie ed i figli lui si complimenta e brinda alla salute dell’omicida. I militari hanno rintracciato il 35enne nelle vicinanze della propria abitazione. L’uomo è stato arrestato e tradotto presso la locale casa circondariale a disposizione dell’A.G.
11/6/2012 ore 13:00
Torna su