21/10/2019 ore 16:01
Amelia: giovedi 24 maggio gli studenti delle scuole primarie ricordano Giovanni Falcone
L’associazione di promozione sociale “Agata e la Luna” ha organizzato l’iniziativa “A voce alta”, una giornata di incontro sul tema della legalità con alcune classi della scuola primaria del comune di Amelia. L’iniziativa, in collaborazione con l'assessorato alle politiche sociali, si svolgerà domani, giovedì 24 maggio, alle 9,30, nella sala Conti Paladini - biblioteca comunale di Amelia. In occasione dell'anniversario della morte di Giovanni Falcone, alcune classi della scuola primaria di Amelia si incontreranno per condividere insieme il lavoro svolto intorno al libro "Per questo mi chiamo Giovanni" di Luigi Garlando. “Il futuro dei giovani di oggi - spiegano i promotori dell’incontro - è sicuramente proiettato nella legalità, nel rispetto della legge. Uno dei primi ambienti dove il bambino, il giovane si trova a dover rispettare le leggi è certamente quello della scuola. Le prime leggi da rispettare riguardano la disciplina scolastica: la scuola rappresenta perciò il luogo più adatto per parlare di legalità. A scuola ognuno comprende di avere diritti e doveri e impara a rispettare gli altri. Tra i ragazzi sono diffusi i comportamenti illegali, a partire dalla violazione del codice della strada, ai furti, allo spaccio e consumo di droghe, ma quando si parla di illegalità, la mafia ne rappresenta la massima espressione”. Partendo da questi presupposti l'Associazione Agata e la Luna ha proposto alle scuole, all'inizio dell'anno scolastico, la lettura del testo "Per questo mi chiamo Giovanni" di Luigi Garlando, un emozionante racconto di un padre al proprio figlio di 10 anni che parla di giustizia, dei valori per i quali Falcone è vissuto e si è sacrificato. Un testo che con parole semplici ma efficaci, che toccano il cuore dei ragazzi, tenta di far capire loro che cos'è la mafia e come la si può combattere, da grandi e da piccoli, nella vita di tutti i giorni. Nella giornata di domani, gli alunni delle classi che hanno aderito, insieme alle insegnanti che li hanno accompagnati in questa lettura, condivideranno le loro impressioni attraverso parole, temi, disegni, video.
23/5/2012 ore 0:25
Torna su