21/10/2019 ore 14:47
Terni: venerdi 25 maggio in questura inaugurazione di un pannello decorativo all'Ufficio Minori
Venerdì 25, alle 11,30, nell'Ufficio Minori al primo piano della Questura, il Questore di Terni, Luigi Vita, inaugurerà un pannello decorativo realizzato dagli alunni dell'Istituto d'Arte "Metelli" per l'Ufficio Minori, nell'ambito di un progetto didattico multidisciplinare. Il progetto è nato nell’anno scolastico 2005-2006 con lo scopo di rendere più accogliente l’ambiente dove i minori e le famiglie per vari motivi entrano in una condizione di disagio. L’Istituto d’Arte “Metelli” ha assunto questo impegno didattico ed educativo, accogliendo la proposta di cui l'Ufficio minori della Questura di Terni è stato promotore. Alla progettazione ed esecuzione del Pannello decorativo hanno contribuito sia le Discipline artistico-professionali che altre di carattere umanistico, così da costruire un processo didattico globale finalizzato a conoscere e contrastare il disagio e la devianza giovanile. La prima fase ha visto lo studio dei bozzetti per la decorazione della parete orientale dell’ambiente. Tra le diverse ipotesi pittoriche è stata scelta quella elaborata dalla studentessa Anjala Testacuzzi (ormai diplomata), frequentante allora la classe seconda della sperimentazione “Michelangelo”; nel suo elaborato di Discipline Pittoriche, con la guida della prof.ssa Giovanna Massarelli, la studentessa ha rappresentato una sequenza di figure molto semplificate in movimento ispirate all’arte contemporanea, ed in particolare al Graffitismo di Keith Haring, quindi con un linguaggio espressivo vicino al mondo giovanile. Nell’anno scolastico 2010-11 un’ulteriore fase di studio progettuale ha richiesto l’elaborazione di altri bozzetti pittorici per la parte centrale del pannello decorativo, oltre ad una ricerca in ambito artistico, architettonico e dell’arredamento, per giungere parallelamente ad un progetto globale della decorazione dell’Ufficio minori e alla realizzazione del pannello decorativo in legno nella parete destra. Il pannello, che in legno di abete grezzo di cm. 625 x 220 riproduce tridimensionalmente il tema del bozzetto originario, è stato composto con il sistema della sovrapposizione di spessori di legno dagli alunni della classe 3°A (Indirizzi: Architettura e Arredo/Disegno Industriale) nell’ambito dell’attività di Esercitazioni di Laboratorio Legno con il prof. Massimo Zavoli (Referente del progetto) e la prof.ssa Piera Filippucci. Tale struttura funge da cornice al quadro posto nell’area centrale (cm. 190x90) e dipinto con la tecnica ad acrilico dagli alunni della classe 4°B ad indirizzo: Rilievo e Catalogazione dei beni Culturali, nell’ambito della disciplina Rilievo Plastico e Pittorico con il prof. Ennio Montariello.
23/5/2012 ore 12:39
Torna su