21/10/2019 ore 14:51
Entrano in casa di un'anziana, picchiano e legano la badante e rubano 300 euro
Avrebbe detto ai carabinieri di essere stata picchiata e immobilizzata, in casa dell'anziana che accudisce da qualche tempo e di avere assistito ad una rapina. La donna, una cittadina etiope di circa 50 ani, ha riferito ai militari di Arrone che intorno alle 7.20 di stamattina, due individui (sembra italiani) si sarebbero presentati in casa della famiglia dove lei lavora come badante della 90enne, madre della proprietaria. A quell'ora solitamente personale dell'Asl si reca in visita domiciliare quindi nessuno si è insospettito quando è squillato il campanello della porta di casa. I due sono entrati in casa, aggredendo subito la straniera che sarebbe poi stata malmenata e legata ad una sedia ed imbavagliata. I due avrebbero cominciato a rovistare in tutte le stanze asportando monili in oro del valore complessivo di circa 300 euro. Ad accorgersi che qualcosa non andava nell'abitazione sono stati gli operatori della Asl, i quali insospettiti dal fatto che nessuno gli apriva la porta di casa hanno chiamato i carabinieri. Sono stati quest'ultimi poco dopo a liberare la cinquantenne e ad avviare le indagini. A scopo precauzionale la badante veniva accompagnata dal personale del 118 in ospedale; la donna nella colluttazione ha riportato lievissime ferite ed un forte stato di agitazione. L’invalida a causa delle sue condizioni non si è accorta di niente e non ha subito alcuna ferita.
18/5/2012 ore 13:30
Torna su