21/10/2019 ore 14:15
Terni: la Finanza scopre finte associazioni sportive e culturali che svolgevano attività d'impresa
Attività di impresa "nascoste" dietro ad associazioni culturali o sportive, sulla carta, dunque, no-profit. La Guardia di Finanza ne ha scoperte alcune ed i controlli proseguiranno da qui in avanti per verificare se il fenomeno riguarda anche altre. In un circolo culturale della Valnerina, che dichiarava di organizzare escursioni nel verde umbro per i propri soci, i finanzieri hanno trovato una sessantina di persone, che stavano consumando pasti a pagamento senza essere soci. I controlli della Finanza sono scattati a seguito della segnalazione di alcuni clienti che dopo aver pagato le consumazioni, non avevano ottenuto alcuna ricevuta fiscale. Sono in corso ulteriori per quantificare i ricavi non dichiarati. Ammonterebbero a più di 500mila euro i ricavi non dichiarati e quelli contestati ad un'altra associazione che organizzava tour turistici ed escursioni a pagamento, offrendo anche servizi di assistenza attraverso istruttori sportivi e guide ambientali. I controlli della Guardia di Finanza hanno riguardato anche agriturismi, hotel e bed&breakfast. In tutto sono 22 le strutture ricettive controllate, di cui 6 sono risultate non in regola; 15 i lavoratori in nero, prevalentemente cuochi o camerieri, mentre in due casi è scattata la contestazione riferita alla mancata emissione di ricevute fiscali.
14/5/2012 ore 15:40
Torna su