21/10/2019 ore 15:49
Finanza a caccia di evasori, scoperti in pochi giorni medici, avvocati, architetti e ragionieri non in regola
Sono sei medici, tre architetti e geometri, due avvocati, due consulenti aziendali, due ragionieri e commercialisti ed un notaio, i destinatari di una serie di interventi fiscali avviati dalla Guardia di Finanza in provincia di Terni. Tutto è partito da un controllo su strada fatto dagli uomini della Brigata di Amelia che hanno individuato una Mercedes di recente immatricolazione del valore di mercato di circa 65mila euro. L'auto era intestata ad un medico, il quale, si è scoperto, poi per due anni non aveva dichiarato redditi al Fisco e per un altro anno, aveva presentato una dichiarazione dei redditi per complessivi 10 (dieci) euro. I finanzieri hanno invece ricostruito ricavi non dichiarati e non contabilizzati per circa 320mila euro, sottratti a qualsiasi forma di versamento di imposta. Inoltre è stato accertato, attraverso l’analisi dei dati telematici riversati alla Sogei ed all'Anagrafe Tributaria, che, ironia della sorte, proprio un ragioniere titolare di un centro elaborazione dati del ternano, non aveva emesso fattura per la compilazione e per la trasmissione telematica delle dichiarazioni dei redditi effettuate per conto di un centinaio di persone e clienti. UNa manovra che aveva permesso, secondo le Fiamme Gialle, du nascondere al Fisco circa 25mila euro. Gli interventi avviati nei confronti dei professionisti di questi ultimi giorni, hanno già permesso di constatare oltre 500mila euro di ricavi non dichiarati, Imposta sul Valore Aggiunto non versata per 30mila euro, Iva evasa per 50mila euro e ritenute Irpef non operate per 30mila euro circa.
10/5/2012 ore 12:58
Torna su