21/11/2019 ore 15:22
Truffavano le banche, denunciati due napoletani di 38 e 40 anni
Avevano studiato uno stratagemma apparentemente efficace i due operai napoletani, di 38 e 40 anni, denunciati dai carabinieri di Terni per truffa, sostituzione di persona e possesso e fabbricazione di documenti falsi. I due sono stati trovati in possesso di due carte di identità false e di 1.450 euro in contanti. I documenti erano falsi poiché su un supporto cartaceo di non alta qualità erano contenuti dati di altre persone realmente esistenti ma con le foto del truffatore. I carabinieri hanno appurato che il denaro trovato in possesso dei due napoletanti proveniva da un istituto di credito del centro di Terni. La truffa architettata dai due era così strutturata: il soggetto con il documento falso entrava in una banca in cui esisteva un conto corrente intestato alla persona cui appartenevano i dati contenuti in uno dei documenti falsi; naturalmente non era la stessa agenzia, in quanto i dati sottratti appartenevano sempre a persone di origine napoletana nel cui hinterland hanno le loro agenzie bancarie di riferimento e con il relativo “Iban”, del quale erano sempre in possesso, prelevavano somme dai conti correnti. Gli accertamenti effettuati hanno permesso di verificare che i due, oltre alla truffa andata a segno, avrebbero tentato di fare altrettanto in tre ulteriori istituti di credito locali senza però riuscirvi.
4/5/2012 ore 15:46
Torna su