18/11/2019 ore 08:03
Donna 37enne perseguita un 40enne ternano che la denuncia per stalking
Lo stalking può anche verificarsi "al contrario", Ovvero che la parte "offesa" anzichè essere quella femminile sia maschile. Ovvero è la donna a perseguitare l'uomo. E' successo a Terni dove i carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di misura cautelare del “divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa” nei confronti di una donna albanese di 37 anni in fase di separazione dal marito e madre di 2 figli. I militari hanno raccolto la denuncia di un piccolo imprenditore ternano di 40 anni, sposato e padre di 3 figli, che accusava la donna di atti persecutori nei fatti dalla stessa nei sui confronti. Stando a quanto riferito dall'uomo ai carabinieri la donna avrebbe voluto a tutti i costi iniziare con lui una relazione sentimentale. I militari hanno in effetti appurato, attraverso informazioni assunte da amici, conoscenti e congiunti della vittima, che la stessa, da circa un anno, aveva posto in essere una serie di reiterate condotte (molestie e minacce telefoniche, pedinamenti, stazionamenti continui presso il posto di lavoro) nei confronti dell'uomo. Lo stesso sarebbe andato in ansia, arrivando persino ad avere paura che la straniera potesse arrivare a fare del male a lui ma anche ai suoi famigliari. L'imprenditore era arrivato al punto di non uscire di casa da solo e di non recarsi nemmeno al lavoro per paura di incontrarla. Addirittura in una occasione la donna avrebbe manifestato l’intenzione di suicidarsi se l’uomo si fosse rifiutato di incontrarsi con lei; mentre un’altra volta avrebbe simulato un sinistro stradale fingendo di essere stata investita dalla moglie della vittima, sdraiandosi sulle strisce pedonali. Quest'ultimo fatto è stato poi appurato dalla Polizia Municipale.
Ora alla donna è vietato avvicinarsi ai luoghi frequentati e comunicare attraverso qualsiasi mezzo verso la persona offesa e i suoi congiunti.
2/5/2012 ore 13:07
Torna su