19/10/2019 ore 19:42
Terni: martedi 17 aprile al Museo Diocesano incontro dibattito sul libro di Luca Diotallevi
Martedì 17 aprile alle 17.30 presso la sala conferenze del Museo diocesano di Terni, in via XI Febbraio si terrà un incontro-dibattito sul recente libro del sociologo ternano Luca Diotallevi intitolato “L’ultima chance. Per una generazione nuova di cattolici in politica” edizioni Rubbettino. All’incontro, promosso dalla commissione diocesana per la cultura in collaborazione con l’Istess, interverranno il giornalista Armando Torno editorialista del Corriere della Sera, Stefania Parisi direttrice dell'Istess e l’autore Luca Diotallevi. Il libro affronta un tema quanto mai attuale, quello del significato e del ruolo dei cattolici nell’elaborazione di una nuova o rinnovata cultura politica e della possibilità stessa di un loro originale apporto nell’attuale contesto. Diotallevi scrive nell’introduzione al libro: “La fase in cui siamo ora è quella di una transizione che dura da tre se non quattro decenni. Durante questo periodo, e particolarmente in questi ultimi venti anni, non sono mancati tentativi di uscita riformista dalla crisi, ma per una ragione o per l’altra non si sono affermati. Intanto la situazione peggiora.” “Quali le responsabilità dei cattolici? Ci sono le condizioni per una loro nuova iniziativa politica? Oltre alle idee e alla passione, esistono èlites capaci di ciò? Ci sono le risorse organizzative per una nuova iniziativa politica da parte dei cattolici in Italia? - si chiede Diotallevi - si dà oggi realisticamente (in linea con la preziosa eredità del popolarismo riformista del dopoguerra) la possibilità di far nascere una iniziativa politica riformista capace di successo e dunque capace di cercare e costruire alleanze con i riformismi di altre ispirazioni?”. Per poter tornare sulla scena politica, Diotallevi - che sostiene la necessità di grandi riforme pur riconoscendo con amarezza la mancanza di riformatori - indica le vie maestre in quelle tracciate da Sturzo, De Gasperi e dalla Dignitatis humanae. “La sorprendente novità - spiega - è che il magistero sociale della Chiesa, da Montini a Ratzinger, attraverso Wojtyla, è oggi più aggiornato della cultura politica media del laicato cattolico”.
16/4/2012 ore 10:30
Torna su