20/07/2019 ore 08:02
La Finanza scopre una società di Amelia che in due anni ha nascosto al Fisco circa 720mila euro
Faceva il prestanome di una società che si occupa di legnami nella zona dell'amerino e che tra il 2007 ed il 2008 avrebbe omesso di dichiarare ricavi per 600mila euro ed evaso Iva per 120mila euro. A finire nella rete tesa dalla Guardia di Finanza è stato uno straniero di 30 anni, residente ad Amelia, che in passato, avrebbe svolto a Roma l’attività di parcheggiatore abusivo ed ora nullatenente. L’azienda in quattro anni, ha cambiato 4 amministratori unici ed ha dichiarato come sede legale e domicilio fiscale un indirizzo di Roma, in un numero civico che, all’esito del sopralluogo dei finanzieri è risultato inesistente. Si tratta di meccanismi noti alla Finanza e tipici di chi cerca di evitare i controlli e le notifiche delle stesse Fiamme Gialle dell'Agenzia delle Entrate. Verificata l’operatività della ditta ad Amelia, i finaznieri sono riusciti ad individuare la sua effettiva sede. Sarebbe stata constata la mancanza di contabilità e dunque i finanzieri hanno provveduto a ricostruire il volume d’affari reale dell’azienda, quantificando la consistente evasione di imposta, che, oltre a Iva e Imposte Dirette, ha riguardato anche l’Imposta Regionale sulle Attività Produttive (Irap). Le indagini hanno ora l'obiettivo di ricercare il reale proprietario dell’azienda. I finanzieri di Amelia si stanno impegnando per arrivare ad individuarlo in modo da sequestrare i suoi beni e recuperare così le imposte evase.
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
29/3/2012 ore 12:12
Torna su