18/10/2019 ore 06:28
Rapina notturna nella villa di un ex carabiniere che rimane ferito, rubati solo pochi spiccioli
L'incubo delle rapine in villa tocca anche la zona del ternano. La notte scorsa, intorno alle 2.40, quattro individui, travisati con sciarpe e cappucci di felpe, uno di essi armato di pistola, sono penetrati all'interno di una villa nella zona di Borgo Rivo e dopo aver immobilizzato i proprietari, hanno rubato del denaro. La banda sarebbe entrata in casa forzando la porta finestra della cucina; una volta dentro uno dei malviventi si è diretto verso la camera da letto dove stavano dormeno i due proprietari: un appuntato dei carabinieri in congedo di 70 anni e la moglie di 66. L'ex appuntato, svegliato dai rumori, ha visto l’individuo nella sua stanza, ma anzichè impaurirsi ha coraggiosamente ingaggiato una colluttazione con il bandito; l'intervento degli altri malviventi ha posto fine alla breve lotta, così marito e moglie sono stati rinchiusi nella taverna. I malviventi hanno cominciato a rovistare dappertutto in cerca di denaro, ma non trovandolo hanno iniziato a chiedere ripetutamente ai due malcapitati di consegnargli loro i soldi. Alla fine i rapinatori sono riusciti ad appropriarsi di circa 350 euro, in parte contenuti nei portafogli delle vittime ed in parte custoditi in un mobile della cucina. Dopo aver appreso che il 70enne era un carabiniere in pensione, i malviventi hanno rinchiuso i coniugi nella taverna e si sono dileguati con l’esiguo bottino. Dopo alcuni minuti l'ex militare è riuscito a liberarsi ed a chiamare il 112. Dai primi accertamenti condotti dai carabinieri del comando provinciale di Terni, i rapinatori sembrano provenire dall’Est europeo. Il 70enne è stato accompagnato al pronto soccorso per essere medicato. I sanitari lo hanno refertato con una prognosi di 10 giorni per escoriazioni e contusioni multiple.
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
22/3/2012 ore 12:36
Torna su