12/11/2019 ore 13:49
Terni: l'associazione "Per un Sorriso Monica de Carlo" progetta la realizzazione di una casa-famiglia
L’associazione "Per un Sorriso Monica de Carlo" ha avviato il progetto "La casa di Aladino e dei suoi amici", finanziato dall’osservatorio Nazionale per il Volontariato. L’associazione nata per ricordare Monica, giovane geologa ternana strappata alla vita da un incidente stradale, è la capofila del progetto che coinvolge altre associazioni di volontariato e che è risultato vincitore del Bando del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per l’esercizio finanziario 2010. Dopo le prime fasi preliminari e preparatorie si è passati ora alla fase di accoglienza degli ospiti nella casa di Aladino, a vocabolo Fiori. Nella casa famiglia ogni ragazzo vivrà esperienze contraddistinte da un senso di appartenenza e di condivisione con il gruppo. Gli obiettivi prioritari del progetto dedicato a giovani e adulti con disabilità intellettiva sono il miglioramento delle autonomie individuali e di gruppo all’interno della casa famiglia e nel territorio, l’elaborazione del distacco dalla famiglia di origine, il superamento dell’emarginazione e dell’isolamento sia dei ragazzi che delle famiglie. Inoltre durante la settimana, nella casa, un gruppo di adolescenti con disabilità intellettiva dai 14 ai 18 anni si incontra per un corso di educazione all’autonomia. Questa attività è preparatoria per il futuro inserimento nella casa famiglia. Il tempo libero dei ragazzi viene vissuto all’insegna del divertimento: uscite al pub, partecipazione alle feste di paese, cene in pizzeria, gite in montagna, feste in cortile con il coinvolgimento del quartiere, partecipazione alle attività sociali e culturali che si svolgeranno nel territorio o che saranno proposte dalle istituzioni e dalle associazioni che operano a Terni. Tutto ciò viene realizzato in stretta collaborazione con le famiglie dei ragazzi coinvolti.
10/1/2012 ore 0:22
Torna su