26/09/2020 ore 20:17
Polizia a caccia di prostitute e trans, notte di controlli e fermi nelle zone calde di Terni
La notte scorsa agenti delle Volanti della questura di Terni hanno effettuato numerosi pattugliamenti nelle zone frequentate da prostitute e transessuali. I controlli hanno portato all’identificazione di 8 persone, 2 espulsioni e 2 denunce. In particolare, tra le persone identificate in viale Borzacchini, tutti cittadini rumeni, gli agenti hanno trovato un minore, segnalato dalla Questura di Roma per essersi allontanato da una casa famiglia della capitale; il ragazzo dopo una breve indagine è stato temporaneamente affidato ad una zia residente a Terni. Più movimentato invece il controllo in piazzale Caduti di Montelungo, dove alla vista della Volante, due donne di colore intente ad adescare potenziali clienti, si sono date alla fuga. Dopo un breve inseguimento nelle vie cittadine, una di loro è stata raggiunta, ma all’arrivo degli agenti ha subito accusato dei forti dolori all’addome e per questo è stata accompagnata in ospedale, dove è stata riconosciuta dai medici come la stessa persona che si era presentata lo scorso settembre con gli stessi sintomi. All’epoca le erano riscontrati dei fibromi ed era stata messa in lista d’attesa per un intervento, ma la donna aveva rifiutato di sottoporvisi ed aveva lasciato l’ospedale; la donna dopo i controlli è stata dimessa e portata in Questura dove è stata denunciata per mancanza di documenti identificativi, poi è stata espulsa ed accompagnata al Centro di Identificazione ed Espulsione di Ponte Galeria. Un’altra pattuglia, a viale Trieste, ha controllato invece un’autovettura con a bordo due uomini, due transessuali stranieri, uno di questi, un cittadino argentino di 45 anni, già colpito nel 2006 da un’espulsione della Questura di Arezzo, e nel settembre 2011 la Questura di Ancona gli aveva rigettato l’istanza di regolarizzazione, è stato accompagnato all’Ufficio Immigrazione dove è stato denunciato per soggiorno illegale nel territorio dello Stato e di nuovo espulso. L’altro, un cittadino uruguaiano di 34 anni, è stato invece sanzionato per aver ospitato, nella sua abitazione di Terni, l’argentino senza aver denunciato la sua presenza alla Questura entro le 48 ore e per questo dovrà pagare una multa di 320 euro.
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
12/11/2011 ore 0:57
Torna su