20/11/2019 ore 20:11
Madre sorpresa ai giardini pubblici a fumare spinelli insieme alla figlia 17enne
Gli agenti della Digos della questura di Terni stavano effettuando un normale giro di pattuglia quando i hanno sorpresi a fumare spinelli in un parco cittadino. Il gruppetto era formato da un giovane ternano di 19 anni e due donne straniere (comunitarie), madre e figlia, rispettivamente di 37 e 17 anni. Il successivo controllo dei tre ha permesso di trovare addosso al giovane due involucri contenenti marijuana (in tutto due grammi) e sulla minore un altro involucro contenente la stessa sostanza stupefacente per un peso di un grammo e mezzo. E’ subito stato chiaro che fosse stato il 19enne a vendere la droga alle due donne e, quindi, i poliziotti hanno perquisito anche la sua abitazione, dove è stato trovato un altro grammo di marijuana già confezionata per la vendita. Le successive indagini hanno permesso di risalire al fornitore del giovane, un altro ternano di 20 anni, già noto alle forze dell’ordine sempre per spaccio di droga. Da lui il 19enne aveva appena acquistato le dosi vendute alle donne. Tutti e due sono stati denunciati in stato di libertà. Singolare e sconcertante la posizione della madre fermata mentre “fumava” insieme con la figlia: i riscontri effettuati sul suo conto hanno permesso di accertare che la donna era solita acquistare da quel giovane sostanza stupefacente per poi consegnarla alla figlia minore, oppure, come quando era stata fermata dagli agenti della Digos, consumarla direttamente in sua compagnia. La donna ha tentato di giustificare il suo comportamento dichiarando ai poliziotti che aveva acquistato la droga a scopo “educativo”: voleva che la figlia, che lei sapeva essere già consumatrice di marijuana, constatasse di persona gli effetti deleteri dello stupefacente. La ragazza minorenne è stata segnalata alla Prefettura di Terni, mentre la madre è stata a sua volta denunciata all’autorità giudiziaria per aver ceduto droga alla figlia, comportamento che configura il reato di spaccio. L’episodio, che ripropone in modo preoccupante il fenomeno del consumo di droga da parte di soggetti di giovanissima età, è stato segnalato al Tribunale dei Minorenni.
11/11/2011 ore 2:12
Torna su