24/02/2020 ore 03:57
La Finanza scova prostituta 40enne che non dichiara nulla al Fisco ma aveva acquistato case e auto di lusso
La scure della Guardia di Finanza si abbatte anche sul mondo della prostituzione. I finanzieri ternani, al termine di una verifica fiscale, fatta nei confronti di una signora di 40 anni, residente a Terni, dedita alla prostituzione, hanno così scoperto che questa, pur non dichiarando alcun reddito, negli ultimi anni aveva acquistato appartamenti e auto di lusso. Le Fiamme Gialle hanno accertato che la donna, pur avendo di recente acquistato due immobili del valore indicato negli atti di registro per una valore di circa 130mila euro, non aveva mai presentato alcuna dichiarazione dei redditi, risultando quindi completamente sconosciuta al Fisco. Nel caso specifico la signora, già oggetto in passato di fogli di via obbligatori emessi dall'autorità di Pubblica Sicurezza per attività legate alla prostituzione, ha attirato l’attenzione dei finanzieri proprio perché pur avendo acquistato negli ultimi anni due immobili (uno a Terni, l’altro fuori regione), non aveva mai dichiarato nulla al Fisco. La stessa donna è risultata inoltre cointestataria di tre autovetture tra cui una considerata di lusso. Da qui la ricostruzione della reale situazione del reddito della signora, anche attraverso riscontri bancari, e la segnalazione all'Agenzia delle Entrate per la determinazione delle imposte evase. L’attività della Guardia di Finanza sul fronte della prostituzione, verrà ulteriormente ampliata prendendo in esame le risultanze di una serie di servizi coordinati, che vedono impegnate le forze di polizia, per contrastare il diffondersi sul territorio delle attività di meretricio. In particolare, la Guardia di Finanza di Terni sta ponendo l’attenzione su una serie di altre donne (quasi tutte provenienti dall’est Europa), fermate dalle forze di polizia nel corso dei controlli anti prostituzione, per verificare se esistano situazioni di interesse per il Fisco.
8/11/2011 ore 11:55
Torna su