23/11/2019 ore 00:21
Arrestato un 27enne che "sfruttava" un trans peruviano che "lavorava" in un appartamento della periferia
Avevano creato una sorta di “società”. L’uno, un bulgaro di 27 anni disoccupato e pregiudicato, aveva affittato un appartamento in una zona periferica di Terni, l’altro, un transessuale peruviano di 34 anni, vi si prostituiva. La cosa non è sfuggita ai carabinieri del Norm di Terni, coordinati dal tenente Piero Orlando, che hanno tratto in arresto, per sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, il bulgaro ed avviato le procedure per l’espulsione dall’Italia del trans sudamericano. I due sembra fossero arrivati da qualche tempo a Terni, dopo aver soggiornato per un periodo a Milano. Dalle indagini condotte dai militari è emerso che il 27enne, pur non svolgendo alcuna attività e dunque non avendo alcuna fonte di sostentamento, aveva preso in locazione un immobile ove si prostituiva abitualmente il transessuale peruviano clandestino. Per attirare i clienti il trans metteva degli annunci su giornali locali e pare che i suoi “affari” andassero piuttosto bene. I militari hanno accertato che il bulgaro fosse consapevole del fatto che il peruviano si prostituisse, traendo un ingiusto profitto dall’attività di meretricio e, di conseguenza, dall’illecita permanenza dello stesso sul territorio nazionale. Pertanto, a seguito di un accesso nell’abitazione, i militari hanno tratto in arresto l’uomo e avviato per il transessuale le procedure amministrative per l’espulsione dal territorio dello stato. Al momento dell’arresto l’uomo si è giustificato dicendo di non poter lavorare per problemi di salute e di trarre sostentamento dalla prostituzione del transessuale, con il quale avrebbe avuto una relazione sentimentale. L’arrestato si trova ora rinchiuso in una cella del carcere a Sabbione.
(foto di repertorio, presa dalla Rete)
31/10/2011 ore 13:18
Torna su