13/11/2019 ore 12:39
Tampona un automobilista poi gli punta un coltello in gola e scappa: arrestato
Ha tamponato una macchina che lo precedeva, ma quando l’automobilista gli ha chiesto di compilare il Cid per il rimborso dei danni, l’investitore ha tirato fuori un coltello puntandoglielo alla gola. Poi è scappato. Il malcapitato, dopo un attimo di comprensibile shock, ha chiamato i carabinieri che si sono immediatamente messi sulle tracce del fuggitivo, che è stato rintracciato poco dopo ed arrestato. Il fatto è accaduto lungo una via cittadina dove un ternano, a bordo della sua auto, ad un certo punto è stato tamponato da un cinquantenne (pregiudicato); i due sono scesi dalle rispettive macchine e quando il danneggiato ha chiesto all’altro di riempire il Cid, il 50enne si è rifiutato; l’altro gli ha detto allora che avrebbe chiamato le forze dell’ordine ed è stato a questo punto – secondo quanto riferiscono i carabinieri – che il pregiudicato avrebbe tirato fuori un coltello puntandolo alla gola del poveretto, per poi filarsela. Ma la sua fuga è durata poco in quanto pochi minuti dopo in via Narni una pattuglia dei carabinieri lo ha intercettato, fermandolo e perquisendolo. In auto l’uomo teneva un coltello a serramanico della lunghezza di circa 20 centimetri ed una mazza da baseball in acciaio, della lunghezza di circa 90 centimetri, occultata nel portabagagli. L’uomo versava in evidente stato di ebbrezza alcolica e pertanto è stato sottoposto a test etilometrico che ha dato esito positivo, con un tasso alcolemico di 1,33 g/l (limite 0,5 g/l). Il pregiudicato è stato arrestato per violenza privata, porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere e guida in stato di ebbrezza ed è stato rinchiuso in una cella del carcere di Sabbione, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
17/10/2011 ore 12:06
Torna su