12/11/2019 ore 21:55
Digitale terrestre: tutti i suggerimenti dalla Regione per farsi trovare pronti quando verrà spento l'analogico
È cominciato il conto alla rovescia per il passaggio al digitale terrestre anche in Umbria. Le date previste vanno dal 17 al 30 novembre. “Il passaggio non è certamente cosa semplice, tecnologicamente parlando - afferma l’assessore regionale Vinti - ma con alcuni accorgimenti e con utili informazioni può essere per i cittadini umbri cosa accessibile”. Con la transizione al digitale terrestre i programmi televisivi verranno trasmessi esclusivamente con la nuova formula e solo attraverso un decoder. Dotarsi di questo apparecchio è quindi la condizione indispensabile per poter continuare a guardare la tv. Non esistono scorciatoie, senza un decoder i nostri schermi resteranno grigi. Quindi stesso apparecchio televisivo, a patto che abbia la necessaria presa “scart”, e se non è vecchissimo ne ha, ma con l’aggiunta di un decoder. L’alternativa è l’acquisto di un apparecchio televisivo con sintonizzatore digitale integrato. Tornando al decoder - ricorda l’assessore Vinti - è possibile per i cittadini sopra i 65 anni accedere ad un contributo di 50 euro messo a disposizione dal Ministero per lo Sviluppo Economico. Oltre all’età (pari o superiore a 65) è necessario essere in regola con il pagamento del Canone Rai ed avere un reddito per il 2010 (in riferimento al 2009) che non superi i 10.000 euro. Se si vuole accedere al contributo è importante, prima dell’acquisto, consultare l’elenco dei decoder ammessi dal Ministero, (indirizzo internet: http://decoder.comunicazioni.it/consumatori.shtml). Una ultima importante raccomandazione - conclude Vinti - è informarsi attraverso fonti istituzionali. Per questo è a disposizione un numero verde 800.022.000 dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 20. La Regione, dal canto suo, ha messo a punto un opuscolo informativo che sarà in distribuzione a partire dai prossimi giorni.
2/11/2011 ore 0:20
Torna su