21/07/2019 ore 11:06
Terni: incursione di "Striscia" alla Asl 4, Jimmy Ghione: quando verrà aperta la postazione 118 di Sangemini?
Visita a sorpresa, ieri mattina nella sede centrale Asl 4 di viale Bramante, dell’inviato di “Striscia la Notizia” Jimmy Ghione che, accompagnato da un folto gruppo di collaboratori e cameraman, ha posto alcune domande al direttore amministrativo Roberto Filistauri sull’organizzazione e sul funzionamento del servizio 118 della provincia di Terni. Tre i nodi da sciogliere, posti dall’inviato del popolare programma di Antonio Ricci all’attenzione del direttore amministrativo: l’apertura della postazione del 118 di San Gemini, l’assunzione di infermieri per potenziare il servizio di emergenza e la dotazione organica nelle ambulanze, una verifica del corretto funzionamento di alcuni macchinari donati dalla Fondazione Carit che permettono la trasmissione, in tempo reale, dei dati delle funzioni vitali dell’assistito alla Centrale Operativa dell’Azienda Ospedaliera di Terni. Sui ritardi relativi all’apertura della postazione del 118 di San Gemini, il direttore amministrativo ha spiegato che la recente cessione, dal Comune alla Asl, del diritto di superficie dell’area dove è ubicata la postazione, consentirà all’azienda sanitaria di rendere operativa la struttura nel giro di poche settimane. Sulla carenza di operatori sanitari nelle ambulanze, Filistauri ha ricordato che, oltre a provvedere regolarmente alla sostituzione degli infermieri assenti per gravi malattie o per gravidanza, si sta espletando un concorso pubblico per l’assunzione di nuovi infermieri, alcuni dei quali andranno ad arricchire la dotazione organica dei servizi di emergenza. Si tratta del megaconcorso al quale hanno presentato domanda oltre 4000 aspiranti e che ha richiesto un impegno straordinario di tutte le strutture dell’azienda sanitaria che hanno fatto tutto il possibile per “tagliare” i tempi. “Nei primi mesi del 2012 - ha assicurato il direttore amministrativo - saremo in grado, stilata la graduatoria, di chiudere la partita. Teniamo comunque a precisare che le convenzioni sottoscritte dall’azienda sanitaria con le Onlus, la Croce Rossa e la Pubblica Assistenza permettono già di garantire un servizio efficace e di qualità”. Sul funzionamento delle apparecchiature donate dalla Carit sono in corso i necessari collaudi tecnici per armonizzare i sistemi telematici della Centrale Operativa con quelli dei macchinari montati sulle ambulanze. Anche in questo caso si prevedono tempi brevi per l’attivazione. Il fazzolettone di “Striscia la Notizia” potrà essere quindi definitivamente sciolto “visto che - ha concluso il direttore amministrativo - siamo qui per affrontare e tentare di risolvere i problemi e dare risposte chiare e trasparenti ai cittadini”. Il servizio di “Striscia” sarà trasmesso probabilmente la prossima settimana, l’auspicio è di rivedere presto Jimmy Ghione e i collaboratori di Antonio Ricci presto a Terni, magari in occasione della postazione di San Gemini.
14/10/2011 ore 0:18
Torna su