17/10/2019 ore 14:38
Tenta di strangolare il figlio 14enne che voleva uscire con gli amici, arrestato un 56enne
E' stata una vicina di casa a chiamare la polizia perchè da un appartamento situato nei pressi della sua abitazione in una zona centrale di Terni, sentiva provenire grida e lamenti. Una pattuglia della volante è subito arrivata sul posto, trovando un ragazzo di 14 anni impaurito e ferito che si era rifugiato in una stanza per sfuggire alla furia cieca del padre, mentre la madre ripuliva il pavimento dal sangue. Stando ad una ricostruzione fatta dalla polizia l’uomo, un cittadino marocchino di 56 anni, disoccupato ed alcolista, si sarebbe scagliato contro il figlio che aveva chiesto di poter uscire, ma il padre si sarebbe rifiutato ed il figlio avrebbe ribattutto affermando che si sarebbe fatto accompagnare dalla madre. L'uomo, che secondo la polizia era ubriaco fradicio, avrebbe a questo punto picchiato il ragazzo e avrebbe anche tentato di strangolarlo, stringendogli attorno al collo la cintura dei pantaloni; a niente erano valse le grida del ragazzo e le implorazioni della donna. Il 14enne, nonostante il sangue copioso che gli usciva dal naso, era riuscito a divincolarsi ed a ripararsi in un’altra stanza. Poi l'intervento della polizia che ha posto fine alla brutta avventura. Già nel 2001, il marocchino era stato denunciato per maltrattamenti in famiglia dall’Ufficio Minori e l’anno dopo era stato condannato dal Tribunale di Terni; la famiglia era stata ospitata per un periodo presso una struttura protetta, ma poi erano tornati a vivere tutti insieme. La madre, 37 anni e anche lei marocchina, che lavora come domestica, è l’unica che contribuisce con il suo stipendio al mantenimento dei familiari, dato che il marito sembra che spenda gran parte del sussidio di disoccupazione in vino e sigarette. I maltrattamenti contro il figlio sarebbero stati all’ordine del giorno, tanto che la donna e il ragazzo erano stati costretti a trasferire in un sottoscala un materasso, dove poter dormire quando l'uomo era particolarmente sbronzo. La polizia scientifica intervenuta sul posto ha documentato le condizioni disagiate del nucleo familiare e sono stati sentiti dei testimoni che hanno confermato i ripetuti maltrattamenti. L’uomo è stato arrestato e portato al carcere di Sabbione.

8/10/2011 ore 11:57
Torna su