17/11/2019 ore 16:42
Terni: i genitori di Giulia Ciani donano all'ospedale due saturimetri
In ricordo di Giulia Ciani, giovane ragazza ternana di 17 anni scomparsa nel luglio 2009 in seguito ad un incidente stradale nei pressi della Cascata delle Marmore, i familiari doneranno nei prossimi giorni al Soccorso dell’Azienda Ospedaliera di Terni due saturimetri, apparecchiature che permettono di ottenere, in maniera non invasiva, una stima della quantità di ossigeno presente nel sangue. Nei locali del dipartimento di emergenza - urgenza, è previsto un incontro riservato che vedrà la presenza dei genitori di Giulia, del direttore del Pronto Soccorso Giancarlo Giovannetti e del direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Terni Gianni Giovannini. Mario e Patrizia Ciani consegneranno le due apparecchiature agli operatori del Pronto Soccorso testimoniando così la volontà di compiere un gesto concreto per aiutare chi ha il difficile compito di salvare ogni giorno la vita umana. Al direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Terni e al direttore del Pronto Soccorso, profondamente grati per questa ennesima donazione che rappresenta il modo migliore per ricordare una ragazza solare, sensibile e disponibile verso gli altri, i genitori di Giulia hanno invece consegnato questa lettera:

PER RICORDARE GIULIA
09/07/2009 09/07/2011

Da quel maledetto giorno così lontano ma così presente, siamo ancora qui per parlare di VITA. Giulia vive attraverso i nostri piccoli gesti di Amore che noi genitori vogliamo fare perché, nonostante il dolore, il vuoto e la mancanza fisica di Giulia, crediamo ancora che la vita è preziosa, ed è per questo che doniamo alla S.C. di Pronto Soccorso due Saturimetri portatili mod. N65-1 Oximax, per ricordare Giulia ivi assistita a seguito di gravissimo incidente stradale. Donare è darsi per l’altro. Donare è amare. Donare è credere che c’è sempre una speranza per difendere la vita. Donare è credere che la morte non è l’ultima parola, ma l’inizio di una vita che non finirà mai. Donare è credere in Dio e nella vita eterna che comincia qui dove noi oggi viviamo, amandoci. Giulia sorrideva al mondo sempre con la sua gioia, la sua solarità, la sua bellezza unica, ed è per questo che vogliamo rivolgerci a tutti i ragazzi, per lanciare un messaggio ricordando loro che la vita è un dono, che va custodita e rispettata ma soprattutto vissuta in pienezza e con amore, sognando e progettando il futuro. Così Giulia avrebbe vissuto. Amatevi ragazzi non c’è nulla di più bello nella vita se non l’amore vero, puro e sincero. Vogliamo inoltre ringraziare tutti coloro che continuano ad amare Giulia e ad essere presenti nella nostra vita con affetto.

Mario e Patrizia Ciani, genitori di Giulia
2/10/2011 ore 20:23
Torna su