17/07/2019 ore 21:25
Orvieto: assistenza agli anziani a rischio in tutto il territorio, Galanello (Pd) lancia l'allarme
“L'Orvietano è uno dei territori dell'Umbria a maggiore densità di anziani over 65 e 75, ma risulta privo di strutture pubbliche di residenza sanitaria assistita e di centri per la riabilitazione intensiva: una situazione non più sostenibile che è motivo di diffusa preoccupazione tra le famiglie". Fausto Galanello, consigliere regionale del Partito democratico, lancia l'allarme sulla gestione della non autosufficienza geriatrica nel comprensorio di Orvieto ed invita la Giunta regionale "a convocare un’assemblea dei sindaci dell’ambito sociale n.12 insieme alla direzione della Asl 4 per individuare possibili soluzioni". "In questa parte della Regione - sottolinea Galanello - risultano inadeguati anche i centri semiresidenziali, sia per anziani non autosufficienti che autosufficienti e da tempo è stato chiuso il reparto di geriatria nel nosocomio cittadino. A questo - prosegue il consigliere - si aggiunge l’incertezza sull'assegnazione al comprensorio Orvietano di un numero adeguato di autorizzazioni regionali per nuovi posti di residenza protetta". Galanello ricorda che "le stesse associazioni di settore (Anaste, Acrit e Lega cooperative) hanno sottolineato uno stato di difficoltà, dovuto anche alla mancata ottimizzazione dei posti convenzionati e dal blocco dei ricoveri integrati". Per l'esponente del Pd, in conclusione, si tratta di "una precarietà dei servizi di assistenza che ha determinato uno sviluppo di strutture che, pur avendo l’autorizzazione del Comune, non hanno requisiti strutturali né organizzativi ed operano senza personale sanitario specializzato".
3/10/2011 ore 13:19
Torna su