11/08/2020 ore 21:21
Abolizione province: in catene davanti a Palazzo Bazzani per protestare contro la decisione di eliminare anche Terni
Sarà il primo clamoroso gesto di protesta messo in campo da quei cittadini che fanno parte del neonato "Comitato Terni Provincia". Stamattina alle 10 davanti a palazzo Bazzani, molti di questi cittadini daranno vita ad un sit-in, durante il quale si incateneranno formando una catena umana per dire "No" all'abolizione della provincia di Terni e "Si" ad un riequilibrio territoriale dell'Umbria. Un gesto clamoroso che servirà ad attirare l'attenzione dei ternani, ma soprattutto quella dei media, su una questione che sta a cuore a decine di migliaia di persone. In questi giorni hanno cominciato a tirar fuori la testa anche numerosi personaggi politici. Ognuno di loro ha detto qualcosa in relazione alla decisione del Governo Berlusconi di tagliare alcune province che non sarebbero "idonee", per numero complessivo di abitanti, o, in alternativa, per superficie territoriale. Da questi personaggi politici, ora che si è arrivati sull'orlo del precipizio, perchè comunque la si veda essere cancellati come capoluogo di provincia per Terni sarebbe una mazzata, ci si attendono prese di posizione "serie" e non di facciata. I partiti dovranno essere messi da una parte; qui si tratta di difendere la dignità di un territorio ed il proprio peso "politico" nell'ambito di una regione (l'Umbria) e della nazione intera. I politici ternani (tutti) dovranno dimostrare aalla gente di che pasta sono fatti e far vedere da che parte stanno: se hanno a cuore le sorti del nostro territorio o se invece il loro scopo è solo quello di difendere delle poltrone. Alla manifestazione di protesta di questa mattina si vedrà chi ci sarà e chi no. Intanto il numero delle persone che hanno aderito al gruppo aperto su Facebook e che fa capo al Comitato Terni Provincia, continua a salire. In pochi giorni ha raggiunto quota 576. Un altro gruppo (con circa 450 "simpatizzanti"), sempre su Facebook è quello denominato "Verso Roma, non vogliamo che Terni sia provincia di Perugia". Insomma, la Rete si mobilita e questo è un buon segno.
Per aderire al gruppo organizzato su Facebook, basta cercare "Comitato Terni Provincia" ed iscriversi.
20/8/2011 ore 0:16
Torna su